links for 2009-07-07

luglio 7, 2009

links for 2009-06-24

giugno 24, 2009
  • Questo è un estratto di un'intervista che sarebbe stata pubblicata nel numero successivo di Micromega in cui Curzio Maltese intervistò Indro Montanelli su Berlusconi.
    Indro Montanelli, un liberale moderato, un altro personaggio che manca tantissimo a questo povero paese, ci aveva avvisato. A chiare lettere.
    Purtroppo però aveva ragione: «gli italiani al futuro non credono e nemmeno al resto… Vogliono il «ghepensimi» per non pensarci loro, ma è un'illusione.»

links for 2009-06-16

giugno 16, 2009
  • «Un gruppo di ex partigiani ha manifestato a Calolziocorte, davanti all'azienda della famiglia del ministro, con le gigantografie del saluto fascista.
    L'associazione degli ex partigiani di Lecco depositerà in procura un esposto contro il neoministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla, immortalata lo scorso 5 giugno durante la festa cittadina dei carabinieri con il braccio teso, nella posa del saluto romano. Assistita dalla penalista Maria Grazia Corti, l'Anpi chiederà dunque alla magistratura se il comportamento del ministro costituisca una violazione della legge Scelba e della successiva legge Mancino che sanzionano l'apologia del fascismo.»

links for 2009-06-10

giugno 10, 2009
  • Sul blog "Italia dall'estero" in cui vengono segnalati articoli stranieri e si discute su come siamo visti nel mondo, si parla dell'ennesimo articolo-appello agli italiani. Questa volta è un giornale svizzero ad andarci pesante.
    "L’etica politica è morta e sepolta in Italia? [...] È un peccato che gli italiani non si arrabbino mentre il loro paese viene ridicolizzato. Eppure l’Italia è considerata una repubblica delle banane a causa di Berlusconi, i cui affari ambigui danno un’immagine molto negativa della democrazia occidentale.
    Infine, è desolante assistere allo stupore provocato presso alcuni dalla sua retorica anti-immigrati, mentre la sua assenza di visione politica è ignorata.
    Gli italiani dovrebbero svegliarsi e ascoltare gli avvertimenti provenienti dall’estero. La stampa, anche quella conservatrice, sottolinea “l’inquietante impunità morale” che dilaga nella Penisola e ironizza sul fatto che “Mussolini aveva le sue Camicie nere, Berlusconi le sue ragazze pom-pom”…"

links for 2009-06-03

giugno 3, 2009
  • Anonimo Italiano ha tradotto l'ormai noto articolo del Times intitolato "Cade la maschera del clown", riguardante gli ultimi tristi e penosi avvenimenti berlusconiani.
    In questo nefasto periodo Berlusconi deve rispondere delle accuse di essere un donnaiolo (per minorenni, tra l'altro) e alle domande sui suoi comportamenti inappropriati. Dal pezzo emerge forte e chiaro un aspetto: la qualità del governo non è una questione privata.
    "L’aspetto più ripugnante del comportamento di Silvio Berlusconi non è il il suo essere un buffone sciovinista. Non è nemmeno che egli faccia il cascamorto con donne di 50 anni più giovani di lui, abusando della sua posizione per offrir loro posti di lavoro come modelle, assistenti personali o anche, assurdamente, candidature al Parlamento Europeo. La cosa più scioccante è il totale disprezzo con cui tratta il pubblico italiano."

links for 2009-05-21

maggio 21, 2009
  • L'Espresso pubblica l'agghiacciante intervista a un prete pedofilo dell'Istituto Provolo di Verona, che a seguito dell'inchiesta che ha sollevato un vero e proprio vespaio ha deciso di esporsi e di raccontare la sua storia.
    "Sono andato con una quindicina di piccoli sordomuti, con cinque o sei ho avuto rapporti più frequenti". L'incipit, ne converrete, è terrificante. I "piccoli sordomuti", l'idea che non possano raccontare quello che è successo. Brividi.
    Per il resto dell'intervista e dell'analisi vi rimando al post qui linkato di Metil Paraben: sono peggio della mafia e sono convinti che in nome di Dio possano davvero fare quello che vogliono. Tanto, male che vada, una preghierina e via.

links for 2009-05-20

maggio 20, 2009
  • “Mentì per salvare Berlusconi” Per questo l’avvocato inglese David Mills è stato condannato a Milano a 4 anni e 6 mesi dai giudici milanesi. Il legale, condannato per corruzione in atti giudiziari agì “da falso testimone “per consentire a Berlusconi e alla Fininvest l’impunità dalle accuse, o almeno, il mantenimento degli ingenti profitti realizzati”.
    Qui non ci sono opinioni o ipotesi. E’ una sentenza. In qualsiasi paese democratico questa sentenza metterebbe il premier sotto accusa e darebbe un taglio alla sua carriera politica. Il fatto che da noi non funzioni cosi la dice lunga sullo stato della nostra societa’ civile , prima ancora che delle istituzioni.

links for 2009-05-02

maggio 2, 2009
  • Con l’avvicinarsi del 7 giugno comincio a temere come la peste (suina) il momento in cui entrerò in cabina elettorale: se spedire in Europa una «letteronza» o una scienziata nata nel 1922, una concorrente del Grande Fratello la cui piattaforma politica colpevolmente mi sfugge oppure chissà. Se passiamo ai consumatori, cioè a noi che la politica dovremmo «comprarla», il quadro democratico tradizionale assume tonalità ancora più bigie. Ieri mattina ho intercettato in un caffè lo sfogo al telefonino di un giovane elettore: «Ma ci toccano di nuovo le elezioni? Che palle: l’altra settimana ho già votato X Factor, il Grande Fratello e un sondaggio del tg». Per lui il tele-voto ha ampiamente sostituito la cabina elettorale come luogo della cittadinanza. E la scelta di un personaggio che ha imparato a conoscere in tv giorno dopo giorno lo gratifica assai più che mandare gente misteriosa nel cuore dell’Europa a fare cose che ignora e comunque ritiene ininfluenti per la sua vita.

links for 2009-04-10

aprile 10, 2009
  • Segnalo un bell'articolo, via Vanz. Vi basta leggere queste poche righe tradotte per intuire di cosa si parla: "[...] Il fatto che l'Italia non solo accetti ma approvi Berlusconi, è sintomo di una profonda crisi nella nazione, con un'economia stagnante, una classe politica odiata dalla gente ed una debole opposizione che ha fallito ad offrire una credibile alternativa a Berlusconi." [...]

links for 2009-04-03

aprile 3, 2009
  • In effetti scegliere tra le peggiori uscite di Berlusconi è difficile, perché ce ne sono state troppe. Di ogni genere insomma; tema comune la maleducazione, l'arroganza, la costante voglia di passare per il simpaticone anche in contesti dove – forse – sarebbe più opportuno mantenere altri profili di comportamento.
    Molti di questi tristi episodi riguardano le donne e il sesso. E le battutine sono sempre le solite. Il problema è che anche la reazione degli italiani e delle donne è sempre la stessa: nessuna risposta.
    Del resto, lui è il padre "pappone".
  • Questa è la traduzione completa dell’articolo del Guardian: "Italy: Fascism’s shadow" (il link è presente nel post di Anonimo Italiano). In teoria vi aiuterà a riflettere su quanto serio sia il rischio che la nostra nazione sta correndo.
    Perché rispondere che è sempre la solita storia, che lo si sa e che tanto non si può fare niente è sciocco. Non si può accettare che in Italia esista una gravissima situazione fuorilegge che viola la Costituzione e che va contro ogni tipo di interesse dei cittadini. E invece…

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.