Paga papa

ottobre 8, 2008

Niente considerazioni. Ma provo un’immane vergogna dinnanzi al mondo intero per le frasi pronunciate da questo strano personaggio:

“Ehi, sono vestito di bianco ed ho un cappello a punta, quindi conosco il volere di Dio!
Quando dovete pagare, nominatelo invano, mettete tutto sul suo conto. Tanto i soldi non hanno valore. Mi raccomando però, ricordatevi dell’otto per mille a giugno.”

I soldi non contano, quindi diamoglieli pure, no?


Beppe Grillo è …

gennaio 28, 2008

//new-italy.net/

In questo periodo se parli di Beppe Grillo farai sicuramente centro. Se ne parli bene a prescindere riceverai un’ondata di commenti simpatici e di supporto.
Se osi soltanto tentare un confronto o discutere una qualsiasi cosa che dice, sei uno stronzo, non capisci un cazzo e guardi troppa tv. Basta scrivere un titolo a caso su di lui per scatenare putiferi (di solito la formula da me usata nel titolo funziona sempre; aggiungeteci un aggettivo a caso e via).

Questa purtroppo è diventata l’ennesima anomalia del nostro paese: o fai quello che dice una persona (e come vuole lei), altrimenti se ti poni un paio di domande o hai dei dubbi (passatemi i francesismi) sei un coglione, sei in malafede, ecc… (il dilagante culto della personalità che caratterizza questo paese è davvero incredibile). Dall’altro lato però non vedo l’ora che venga aprile, sono proprio curioso di capire cosa potrà succedere durante il secondo V-Day, a cui probabilmente parteciperò (ebbene sì, nonostante la scelta infelice del giorno e i molti dubbi del caso, visto che pur apprezzando quello che fa Grillo ho ancora una testa con cui pensare fortunatamente) incuriosito: ho l’impressione che possa venir fuori qualcosa di grosso, con la scusa di una alta movimentazione delle masse. Non so di cosa parlo, forse viaggio troppo con la mente.

Fate come Corriere, Repubblica e co.: loro hanno capito tutto, se volete avere una valanga di visitatori che clicchino sui vostri banner pubbilcitari pubblicitari (perdonate il refuso, ma c’è qualche lamer che ancora gioca a defacciare che si lamenta altrimenti) sapete cosa fare. Occhio però, perché rischiate di dover passare giornate a moderare commenti di ogni genere.
A vostro rischio e pericolo.


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.