Eppur si muove…

Premessa: chiedo scusa per la settimana e mezzo di buco ma (ebbene sì) anche io sono riuscito a fare una vacanza flessibile, moderna. Detto questo, sono prontissimo e carichissimo (..una roba guarda..!) a ricominciare, a portare avanti definitivamente questo progetto.

Ieri casualmente all’ora di cena guardo il tg5 (è dura vedere i tg italiani, anche se non c’è più al governo il piduista..) e incredibile, sento le parole “precario”, “call center”, “atesia”…non vi sebra qualcosa di clamoroso?!

Già…dopo essermi ripreso dall’emozione e dal fatto che la parola “precario” vada sempre in coppia con “call center” (e non è bello se ci pensate…), parte un servizio. “Ehi, incredibile, qualcuno ha parlato di noi! Una volta ogni 2 anni almeno qualcuno si ricorda di noi, dei “lavoratori flessibili” che, come pensa la gente, dovrebbero essere felici sentendo come li chiamano…!”

Sta di fatto che il breve servizio (ok, mi accontento, è già qualcosa..) narrava di:

  • un blitz dell’ispettorato del lavoro ad Atesia (maggior società che gestisce call center in Italia)
  • la suddetta società viene invitata ad assumere 3200 lavoratori a tempo indeterminato
  • si parla poi di che tipo di lavoratori siamo (perché nessuno ha ben presente cosa voglia dire contratto a progetto); vengono sparate delle cifre tipo “..guadagnano da 700 a 1200 euro al mese per turni di 6 ore al giorno…”. Certo, nei sogni! Ovviamente, “ferie, maternità e malattia non sono retribuite”
  • si passa all’era della flessibilità e crisi del lavoro (uguale “metto le mani avanti”) spiegando che “è meglio che niente..”
  • Bla bla bla dei sindacati…

Questo il link al video (click!)

La mia paura è questa: se Atesia sarà costretta ad assumere tutti quei lavoratori di colpo, creando un cosiddetto “precedente” potrà mettere le mani avanti (come probabilmente ha già fatto) dicendo che probabilmente ci saranno licenziamenti perché i lavoratori da assumere sono troppi..” per esempio, e altre simpatiche manovrine ai più sconosciute.

Il bello è che l’accordo riguardo a 1800 nuove assunzioni risale all’11 aprileQui c’è un comunicato stampa che parla giusto giusto di questo fatto.
La cosa un po’ patetica a mio modo di vedere è che, appunto, nessuno parla mai di noi, dei precari, ecc… Quando per una volta se ne parla, spesso vengono prese decisioni sbagliate o l’opinione pubblica filtrata dai media tende a far passare concetti sbagliati, visioni d’insieme distorte. Non discuto le assunzioni, per carità, ma alle conseguenze si pensa? Cosa si rischia? Peché per una volta non ci siede a quattr’occhi e se ne parla come si fa nei veri paesi civilizzati in cui le democrazie sono un po’ più dirette?

A voi la risposta…

Annunci

2 Responses to Eppur si muove…

  1. […] Segnalo l’interessante post sul Blog a progetto […]

  2. sonounprecario ha detto:

    speriamo serva a qualcosa…è già tanto che i tg ne parlino, come ho detto, ma non vedo tutti questi aspetti positivi…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: