…ma Kyrill si abbatterà sull’Italia?

Fonte Immagine ANSA

…un’immagine di Piazza Duomo a Milano tra qualche anno (fonte ansa.it, riportata nell’immagine)

..Speriamo. Dopo aver sentito al tg di un po’ di morti allegre, in giro per l’Europa, dovute a questo simpatico uragano…non ho però avuto modo di poter ascoltare qualcuno, la cui opinione evidentemente conti più della mia, che dicesse qualcosa come “cavolo, forse dovremmo prendere qualche provvedimento”, visto che siamo al 20 gennaio e fino a ieri c’erano 20 gradi, ci sono mosche e zanzare in giro, sbocciano i fiori, gli uccelli non migrano, gli animali non vanno in letargo, i ghiacciai si sciolgono e…prima o poi per esempio, Venezia verrà cancellata. Ordinaria amministrazione insomma.

Dopo la grave notizia di questo ennesimo cataclisma naturale, si è passati velocemente a parlare della nuova edizione del grande fratello. E ci mancherebbe altro! Tanto per ora sono schiattate persone non italiane, quindi va bene così. E’ un po’ come la guerra in Iraq: quando schiatta qualche italiano in modo assurdo ed inutile, ma da eroe ovviamente, ci ricordiamo che c’è una guerra che…non fa notizia e per cui gli USA spendono ogni mese miliardi di dollari. E solo allora il tg ci ricorda trombosament, pomposamente e retoricamente le solite cose, le solite immagini.

Ci penseremo, o al massimo, cazzi di chi verrà dopo di me. Questo il ragionamento italiano. Ma dove pensiamo di voler andare come paese con questa mentalità medieval-provincialotta? E’ bello fare la parte dell’occhio del ciclone mentre intorno nel mondo ci sono sconvolgimenti di ogni tipo (sociali, politici, economici, ecc…) che catapultano continuamete l’Italia nei bassifondi delle classifiche negative di ogni cosa. Eccheppalle scusate!

E ce la prendiamo coi politici, ancora, come degli stupidi, pensando che davvero quei dinosauri possano risolvere qualcosa! Basta credere a babbo natale! E’ ora di crescere!

Uragano Kyrill, ti prego:

  • spazza via un po’ di cacchetta, un po’ di fango italiano
  • spazza via carbone e nucleare, porta l’energia alternativa nelle menti di chi sa pensare
  • distruggi il parlamento e tutti quelli che vi son dentro
  • ecc…

Vi invito a lasciare un commento, una preghierina affinché l’uragano Kyrill arrivi in Italia, zitto zitto, senza far troppo baccano e si porti via un po’ di marciume dello stivale malaticcio. Non parlo di morti, distruzione e miseria (non moralizzatemi, vi prego, sono ironico!) ma di qualche bel colpetto assestato che metta un po’di paura a chi di dovere. Scrivete cosa vorreste che si porti via!

Voliamo per le ali della fantasia, come facciamo quando guardiamo la tv insomma. Crediamo a Kyrill, diamogli fiducia: l’abbiamo data a certa gentaglia, quindi non sarà difficile. L’immagine di Milano parla chiaro..

Questa la prima “sparata” da spazzar via: “STATALI: NICOLAIS, NEL 2007 SARANNO ASSUNTI 9 MILA PRECARI”

Annunci

3 Responses to …ma Kyrill si abbatterà sull’Italia?

  1. […] …ripropongo un’immagine di Piazza Duomo a Milano tra qualche anno (fonte ansa.it, riportata nell’immagine). […]

  2. […] Dopo aver visto la nuova campagna pubblicitaria fatta dalla Diesel mi sorge qualche sospetto: non è che magari hanno preso spunto da questo post? […]

  3. Valerio ha detto:

    Sono stato a Lignano. Ho visto un’uragano di forte intensità. Per mezz’ora il muro dell’occhio ha avuto venti a 220 KM/h da NW (Maestro). Sradicati alberi, tetti volati e alberi abbattuti a cui si sommano barche spazzate. Lo spettacolo è stato bellissimo! Dopo mezz’ora ha rafforzato la sua furia (caricandosi in Adriatico) e ha raggiunto Grado con intensità superiore 260 Km/h

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: