Qualità della vita? Siamo Ottavi..

Secondo la rivista americana International Living ci troveremmo all’ottavo posto nella classifica sulla qualità della vita.

Mi fa sorridere che i risultati migliori li abbiano ottenuti i paesi europei (quelli del Nord Europa specialmente, c.v.d.). Questi i parametri:

Eleven months of the year, we consider the countries around the world where you could live cheaper, pay less tax, enjoy better weather, take advantage of opportunities in emerging markets…places where you could start a new life, start a business, start over…”

Ma non riesco a capire se il fatto che l’Italia sia ottava sia positivo o meno, anche perché vi sono altre classifiche. Tipo quella sulla corruzione. Insomma credo che a parità di risultati, siano stati solo alcuni fattori a farci balzare nella top 10. Tac, fregati.

Una notizia interessante insomma, che non vi cambierà la vita (a meno che andrete a vivere in Australia, e allora sì…!), ma che poteva far parlare e che probabilmente al tg non avete sentito. Erano troppo impegnati a ricordarci che, come scrive Mantellini,

Per l’occasione, studio aperto ci ricorderà come nell’anno orwelliano 1984, Craxi abbia salvato Silvio e gli italiani da un avvenire povero, senza sogn.

Toccate tutto agli italiani, ma non la tv delle favole…con il rischio poi che qualcuno al momento di pagare il conto vada in bagno

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: