Sex Crimes and Vatican: Crimen Sollicitationis

Finalmente arriva sottititolato anche in italiano, grazie alla traduzione di Bispensiero.it. Sto parlando del video inchiesta “Sex crimes and Vatican” in onda il primo ottobre 2006 in prima serata sulla BBC (tv nazionale inglese, quindi non bolscevica), all’interno del programma “Panorama”, una sorta di “Report” stile inglese. Ovviamente qui da noi non se ne è mai parlato: altro che family day.

“Il reportage, che ha già fatto il giro del mondo, parla chiaro: l’Italia è l’anti-enclave di uno Stato Teocratico, e ospita numerosi preti criminali, con processi a carico per pedofilia e violenza su minori, rendendosi complice di una dissennata politica di omertà che la Cupola Vaticana continua a praticare, nonostante i proclami recenti di Papa Ratzinger.
Le dichiarazioni di intenti contro la pedofilia di Benedetto XVI hanno avuto enorme enfasi sui giornali e telegiornali. I Media italiani hanno però censurato ciò che ha costretto il papa a fare quelle dichiarazioni: il dibattito in corso sulla stampa internazionale – connesso all’uscita di questo documentario – sulle responsabilità dirette di Ratzinger al problema degli scandali pedofilia

Nel video più visto su google video, oltre ad una particolare intervista ad un prete-pedofilo, si parla dell’epistola De Delictis Gravioribus datata 18 Maggio 2001 e rivolta a tutti i vescovi presenti su questo diavolo di pianeta, in cui il protagonista indiscusso Ratzinger scrisse che:

“Nei Tribunali costituiti presso gli ordinari o i membri delle gerarchie cattoliche solamente i sacerdoti possono validamente svolgere le funzioni di giudice, promotore di giustizia, notaio e difensore” ribadendo che “le cause di questo tipo sono soggette al segreto pontificio” e che si sarebbero dovuti attendere 10 anni, da quando le vittime avessero compiuto la maggiore età, per rivelare le accuse (ottenendo in questo modo la prescrizione dei reati, a quel punto non più perseguibili)“.

Tirando le somme, quel documento non era altro che una sorta di aggiornamento del discusso ma da noi dimenticato Crimen Sollicitationis (traduzione inglese) datato 1962. Rinnovando tale documento Ratzinger vietava ancora una volta la testimonianza in tribunali civili per reati di abusi sessuali che avessero coinvolto religiosi, pena la scomunica. Il futuro papa “avocava al vaticano la competenza esclusiva sulla materia”. Meglio che la mafia.

“Ma la Chiesa non fa politica”; “non ha bisogno di perdere il potere politico che ha sugli uomini”; i credenti sì, hanno bisogno del Family Day e di baciare la mano. Bispensiero ha dedicato il filmato “a Maria Di Benedetto. Ovunque sia”.

Io invece lo dedico a tutti coloro che hanno subito e ancora subiscono abusi sessuali da preti, da religiosi o negli istituti cattolici, nei collegi…nella speranza che un giorno tutta questa favola dell’inganno universale possa finire e…giustizia sarà fatta. Forse solo allora i media italiani potrebbero accorgersi di una cosa di proporzioni globali come questo scandalo, ignorato solamente dal nostro paese. Incredibile. Verrà quel giorno e se esiste un Dio, giudicherà anche tutto questo.

Vi allego il link del documentario su google video e qui sotto inserisco le 4 parti del video presenti su youtube. Prima però fornisco anche un estratto di alcune dichiarazioni presenti nel video stesso.

DOYLE – Il Crimen Sollicitationis prescrive una politica di segretezza assoluta su tutti gli abusi. Quello che leggiamo qui è una chiara politica di copertura dei casi di abuso commessi dai preti. E anche la punizione per quelli che vorrebbero richiamare l’attenzione su questi crimini ad opera del clero. Il che prova che le gerarchie ecclesiastiche sono interessate unicamente al controllo della situazione. C’è la chiara evidenza che la preoccupazione è solo di controllare e contenere il problema. Da nessuna parte c’è scritto di aiutare le vittime. La sola cosa che impone, invece, è di terrorizzare le vittime con la minaccia di punirle se raccontano l’accaduto. L’obiettivo è proteggere la reputazione dei preti, finchè la Chiesa non compia indagini. In pratica copre i preti pedofili.”

“WAL: Ero parte del sistema, ma mi accorsi di essere manovrato ingannevolmente. Fu la “notte dello spirito”. Tutto quello in cui avevo creduto per 10 anni… Decisi di non lavorare più per una istituzione che si sforzava di sembrare santa, ma che pensava solo a proteggere se stessa…”

PRIMA PARTE:

SECONDA PARTE:

TERZA PARTE:

QUARTA PARTE:

QUINTA PARTE:

Annunci

43 Responses to Sex Crimes and Vatican: Crimen Sollicitationis

  1. grazia pizzato ha detto:

    e’ vergognoso cio’ che viene protetto dalla chiesa, ed ancora piu’ preoccupante che di cio’ nessun media italiano ne parli.D ovete lottare per le famiglie delle vittime, la verita’ deve essere scoperta ed i preti criminali fermati ec uccisi.

  2. grazia pizzato ha detto:

    bisogna che la verita’ venga fuori e che i preti criminali vengano processati davanti a tutti i civili

  3. sonounprecario ha detto:

    ..speriamo..ma se in questi mesi non è uscito niente, credo non uscirà niente nemmeno ora. Guarda a caso, né repubblica.it né corriere.it notano che una cosa del genere è la più vista su google video…però parlano di altri filmati ridicoli.
    La più grande setta della storia, la Chiesa.

  4. sonounprecario ha detto:

    Sulla dura condanna davanti ai media…sai che controprova. Abbiamo tutti giorni l’esempio di uno che smentisce tutto quanto.
    Sul resto, la lettera di cui parli, dal titolo lungo in latino insomma, è un’altra cosa (di un altro papa). Anche perché se hai visto il documentario, le prove e le testimonianze a riguardo sono tante. Sul fatto che la Chiesa sia una delle organizzazioni più politiche della storia non c’è dubbio; sul fatto che bruciava le donne anche; sul fatto che in Italia ha il potere di fare politica pure; per non anche della statistica secondo cui in Italia il 22% degli immobili è del Vaticano (cioé 1 casa su 5, 4 su 10 a Roma sono del Vaticano). Tutto questo per dimostrarti che la Chiesa è soltanto un’istituzione umana creata per avere potere politico usando la fede dei cristiani.
    Insomma, io non discuto la fede, ognuno crede in quello che vuole. Ma la chiesa no, va lentamente auto-distruggendosi; saprai anche che negli ultimi decenni sono aumentati i protestanti, specialmente in paesi religiosi come quelli del sudamerica. Forse perché le chiese protestanti si impegnano più nel sociale e per la famiglia a differenza della nostra, che invece preferisce far politica e controllare.
    Stai tranquilla che in Italia non uscirà niente perché si parla di milioni di voti. I cristiani servono solo a questo, oltre che ad essere razzisti e intolleranti prima di tutti, visto che impongono il loro modo di vivere.
    Ratzinger era noto già prima per questi casi sui preti pedofili, ma non sto li a citarti altre prove ed altri fatti: se una cosa del genere uscisse, come è successo nelle altre nazioni, sarebbe un durissimo colpo per la chiesa dei moralizzatori italiani.

    E soprattutto, qui si parla di casi che “non sono usciti” e “non devono uscire”. Non so se hai letto tutto, forse no perché potrebbe crollarti un mondo di certezze, ma tu, nel tuo post, parli di casi già noti e usciti dall’anonimato. Quindi parli di altre cose: ci mancherebbe che ufficialmente, davanti ai media il papa non critichi questi fatti. Non ti sto dicendo che Ratizinger è un pedofilo, ma tante prove ti stanno suggerendo che la chiesa vuole nascondere tutto questo, come se nulla possa accadere da loro. Invece non è così, si autoregolamentano, un po’ come la mafia; hanno tante leggi, tante regole segrete al loro interno che non sto li a spiegarti. Hai presente quante centinaia di casi di bambini violentati o vittime di episodi di pedofilia esistano o possano essere accaduti? Sai quante persone, quando erano bambini, sono state trattate in “modo speciale” da preti? Sai anche che nel modo in cui la chiesa vuole trattare questi fatti, per autoproteggersi, rovini la vita a tutte queste persone?

  5. Vaticano boy ha detto:

    ccercate di diffondere il più possibie!! Votate la notizia online, parlatene, questo è un verò scandalo in cui si cerca di insabbiare tutto!!

    http://www.diggita.it/story.php?title=Sex_crimes_and_Vatican_documentario_BBC_censurato

  6. Fabio ha detto:

    Scusate se faccio una domanda sciocca, ma chi è Maria Di Benedetto?
    Ho cercato ovunque ma non ho trovato alcuna informazione a riguardo.

  7. Cathie ha detto:

    Pedifiles are (for the majority) hetrosexual, it’s an illness. What better place to hide than in a place of power in a town/city/country? The Vatican has kept these crimes hush hush for decades, possibly centuries to protect themselves, yet, moving one pedifile from one parish to another in another state (here in America) IS a crime, and deserve every blow they get. They do not apologize for the harm (a spokesman does, but not the Pope or Cardinal (as far as I know). The ‘Church’ is a control mecca with a fobia of sex, when that is the nature of, well, NATURE. I’ve lost my respect, and believe the Church has lost all credibility in this respect. They say they ‘are the one true church’, wars are created by this belief, people hate others from other religions due to that belief. I cannot see God/Jesus/The Saints, or any higher power than ourselves respecting such an organization. Afterall, when did Jesus ever wear silk, gold, gems & wear a fish hat? Since when did God or his son Jesus ever require Million Dollar Cathedrals? Or kiss a ring!? Jesus didn’t hate anyone, only spread love, humble. Yet the Vatican thinks they have the power to dictate the world. I’m an individual. I can think for myself. I know the difference between right & wrong. I can talk to God the way I feel is right, and I don’t have to listen to an eartly man to dictate MY life, nor should anyone else. Here in America, the Church has filed bankruptcy to avoid paying restitution for the pain the priests have made here, the hundreds of little boys raped by these men of power, then turn it around and say it’s the childs fault for ‘tempting’ them, or bringing it on. Unbeliveable. I personally do not believe a certain thing the Church has to say or dictate. Once someone lies or creates harm to someone, their credibility is gone. And the Pope backs these priests.. they still give communion! Hear confessions! Another point, men & women (and of course children) are the souls of God, and Women are not dirty as the Catholics have made people believe for centuries, they are not the sirens that create a priest have sexual desires (because they are men, it’s a natural feeling, right? But blame the woman is what they do). Looks like many of the men in the Catholic church are the dirty ones (and I’m not referring to ALL, just to those who believe their power IS the power of God & have sex with children). I am an X-Catholic by choice.

  8. […] aggiornamento e/o materiale di supporto in merito alla vicenda “preti pedofili”. Nell’ultima puntata di “Anno Zero” infatti, Santoro ha promesso che si batterà […]

  9. Liberamente85 ha detto:

    Staderini, UDC: “Mi batterò per impedire a tutti i costi la messa in onda. Bisogna ribadire che i vincoli aziendali valgono per tutti, anche per Santoro.E in questo momento storico- politico, simili servizi sono una scelta sbagliata” (fonte: Corriere della Sera)

    Preoccupante questa omertà, questo voler insabbiare tutto, limitare la libertà di circolazione di una informazione (grave)… il tutto “ad ogni costo”.

    Già… quale sarà il costo di questa libertà negata?

  10. sonounprecario ha detto:

    @ Cathie

    Probabily I’ll translate your reply in italian, because you spoke about right things that I said many times. But…to sum up: I agree with you!
    You say that “in America IS a crime”…also in Italy should be a crime, but here we have the Vatican and milion of people that bring million of votes to politicians who tell that they’re catholic and they want to defend family (for exemple). Instead they’re the first persons that are divorced and not respect christianity. So (here) the Church is “untouchable”: we’re a special fucking country.
    “I’m an individual. I can think for myself. I know the difference between right & wrong. I can talk to God the way I feel is right, and I don’t have to listen to an eartly man to dictate MY life, nor should anyone else.”
    Of course, this is a fantastic way of thinking: this is also my opinion. On the other hand in Italy, the same people that bring million of votes, live their lifes listening what pope or priests say to them: althought priests have no family or never got married…they have a big power to tell people in which way they should live. It’s incredibile!
    Once someone lies or creates harm to someone, their credibility is gone. And the Pope backs these priests.. they still give communion! Hear confessions! Another point, men & women (and of course children) are the souls of God, and Women are not dirty as the Catholics have made people believe for centuries, they are not the sirens that create a priest have sexual desires (because they are men, it’s a natural feeling, right? But blame the woman is what they do). Looks like many of the men in the Catholic church are the dirty ones (and I’m not referring to ALL, just to those who believe their power IS the power of God & have sex with children). I am an X-Catholic by choice

    You draw a perfect portrait, thank you for your fantastic reply!

  11. sonounprecario ha detto:

    @ Liberamente85
    E’ la solita tattica di reazione. Screditare la cosa come se fossero tutte fandonie, tipico della stampa; è questo il prezzo da pagare quando una cosa del genere arriva sui media tradizionali. La cosa bella è che nessuno si è preoccupato di analizzare i documenti di cui si parla, gli episodi narrati e soprattutto di quanti preti siano andati in carcere negli Stati Uniti per esempio.

    @ Fabio
    Non lo so nemmeno io! 😛

  12. Federico ha detto:

    Concordo pienamente.

    Da “Avvenire” del 19.05.2007:

    Ognuno, evidentemente, si consola come vuole. O, meglio, come può. Così stupisce solo in parte che dinanzi alla vitalità cattolica documentata sabato scorso in Piazza San Giovanni, ci sia chi trovi benefico sfogo a rovistare nel bidone della spazzatura alla ricerca di qualche lisca di pesce o di qualche uovo in decomposizione. Confidando magari che qualche organo di informazione, più o meno clandestino, non faccia troppo lo schizzinoso, e rilanci generosamente il tutto, offrendo al proprio pubblico come sicuro il cibo ampiamente avariato.
    Ci riferiamo ad un documentario su preti cattolici e abusi sessuali che, mandato in onda dalla Bbc nel 2006, viene oggi sottotitolato in italiano da Bispensiero, sito di amici siciliani di Beppe Grillo, e caricato su Video Google, dove pare abbia un certo successo. A proposito di bocche buone. Si tratta di un pot-pourri di affermazioni e pseudo-testimonianze che furono apertamente sconfessate a suo tempo dalla Conferenza episcopale inglese, la quale invitò l’augusta Bbc a “vergognarsi per lo standard giornalistico usato nell’attaccare senza motivo Benedetto XVI”.
    Il pezzo forte del servizio infatti consisteva (e ancora consiste) nell’accusa rivolta a Joseph Ratzinger di essere stato niente meno che il responsabile massimo della copertura di crimini pedofili commessi da sacerdoti in varie parti del globo, in quanto “garante” per 20 anni – da quando fu nominato prefetto vaticano – del testo Crimen sollicitationis, che è un’istruzione emanata in realtà dal Sant’Uffizio il 16 marzo 1962. Da notare la data: nel 1962 infatti Joseph Ratzinger non era certo prefetto della futura Congregazione per la dottrina della fede, essendo in quel tempo ancora teologo molto impegnato nella sua Germania.
    C’è da dire che quel documento veniva presentato dalla Bbc come un marchingegno furbesco, escogitato dal Vaticano per coprire reati di pedofilia, quando invece si trattava di un’impor tante istruzione atta ad «istruire» i casi canonici e portare alla riduzione allo stato laicale i presbiteri coinvolti in nefandezze pedofile. In particolare, trattava delle violazioni del sacramento della confessione. Da notare che l’Istruzione richiedeva il segreto del procedimento canonico per permettere ad eventuali testimoni di farsi avanti liberamente, sapendo che le loro deposizioni sarebbero state confidenziali e non esposte a pubblicità. E di conseguenza anche la parte accusata non vedesse infamato il proprio nome prima della sentenza definitiva.
    Insomma, un insieme di norme rigorose, che nulla aveva a che fare con la volontà di insabbiare potenziali scandali. E che il testo Crimen Sollicitationis non fosse pensato per tale fine lo dimostrava un paragrafo, il quindicesimo, che obbligava chiunque fosse a conoscenza di un uso del confessionale per abusi sessuali a denunciare il tutto, pena la scomunica. Misura che semmai dà l’idea della serietà del documento e di coloro che lo formularono, se si pensa che in base alla legge italiana il privato cittadino (tale è anche il vescovo e chi è investito di autorità ecclesiastica) è tenuto a denunciare solo i crimini contro l’autorità dello Stato, per i quali infatti è prevista la pena dell’ergastolo.
    Senza contare che Joseph Ratzinger, più tardi diventato sì prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, avrebbe firmato – ma siamo nel maggio 2001 – una Lettera ai Vescovi e altri Ordinari e Gerarchi della Chiesa Cattolica, pubblicata anche negli Acta Apostolicae Sedis, dove si prevede espressamente che “il delitto contro il sesto precetto del Decalogo, commesso da un chierico contro un minore di diciotto anni”, sia di competenza diretta della Congregazione stessa. Segno, per chi abbia un minimo di buon senso giuridico, della volontà romana non certo di occultare, ma di dare piuttosto il massimo rilievo a certi reati, riservandone il giudizio non a realtà “locali”, potenzia lmente condizionabili, ma ad uno dei massimi organi della Santa Sede.
    Questa, e non altra, è stata la posizione della Chiesa cattolica sui reati ad essa interni di pedofilia. Questa, e non altra, la limpida testimonianza del nostro Papa che in tempi non sospetti si scagliò contro la sporcizia nella Chiesa.
    I calunniatori dovrebbero chinare il capo e chiedere scusa.

  13. sonounprecario ha detto:

    ..auhauhua! Sembra di leggere “Il Giornale” o “Libero” quando parlano di Berlusconi! Riescono proprio a dare il meglio..che paraculi!

    Incredibile ragazzi =D

  14. sonounprecario ha detto:

    Uh? Che campana? Hai riportato il link dell’articolo che ha postato Federico. Ma leggi anche i miei altri post in proposito, così avrai le idee più chiare sul mio punto di vista.

    Comunque sia: la domanda la stai facendo a noi oppure a te stesso? Insomma, riportare come fonte “L’Avvenire” non mi sembra molto credibile. Perché la BBC non è mediaset o la rai e soprattutto i giornalisti inglesi non lavorano fortunatamente come quelli italiani.
    Verità molto scomode da digerire…

  15. Federico ha detto:

    Ecco un’altra campana… e non e’ certo “Avvenire”…

    http://it.wikipedia.org/wiki/Crimen_sollicitationis

    come puoi vedere anche una delle piu’ autorevoli fonti d’informazione creata dal web liquida con estrema semplicita’ il rozzo giornalismo della BBC.

  16. Federico ha detto:

    …e con questo penso l’argomento possa considerarsi conlcuso… 🙂

    Pedofilia: ecco chi c’è dietro l’attacco al Papa

    di Alberto Giannino

    MILANO – La Bbc inglese, dopo aver trasmesso nel 2006 un documento su Chiesa e pedofilia – “Sex, Crimes and the Vatican” – ora l’ha messo in rete perche’ – a suo dire – riguarderebbe l’operato del cardinale Joseph Ratzinger che per 20 anni avrebbe coperto i casi di molestie e violenze sessuali sui bambini all’interno del Clero cattolico americano. Cioe’ da quando il Cardinale Joseph Ratzinger divenne Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, esattamente il 25 novembre 1981 fino alla morte di Giovanni Paolo II, Egli avrebbe applicato un documento scritto il 13 marzo 1962 “Crimen Sollicitationis” che eredito’ dal suo predecessore, il Cardinale romano Alfredo Ottaviani, deceduto nel 1979. Secondo Avvenire, “quel documento viene presentato dalla Bbc come un marchingegno furbesco, escogitato dal Vaticano per coprire reati di pedofilia, quando invece si trattava di un’importante istruzione atta ad ‘istruire’ i casi canonici e portare alla riduzione allo stato laicale i presbiteri coinvolti in nefandezze pedofile”. “Insomma – ribadisce il quotidiano della Cei -, un insieme di norme rigorose, che nulla aveva a che fare con la volontà di insabbiare potenziali scandali”. Una “infame calunnia via Internet” ai danni “della Chiesa e di Ratzinger”. Con queste parole, in un editoriale, il quotidiano ‘Avvenire’ si è dunque scagliato contro la diffusione da parte di un sito Web, con sottotitoli in italiano, del documentario in questione. Il giornale dei vescovi italiani contesta su tutta la linea il contenuto del video, “un pot-pourri di affermazioni e pseudo-testimonianze – così lo definisce – che furono apertamente sconfessate a suo tempo dalla Conferenza episcopale inglese”. A cavalcare il caso ci hanno gia’ provato i Radicali nel 2005 senza successo quando negli Usa volevano indagare Joseph Ratzinger come semplice cittadino. E loro parteciparono ad una Conferenza stampa. Alla conferenza stampa in Texas parteciparono, precisamente, l’avvocato David Shea, legale di Houston che ha denunciato in sede civile il cardinale Joseph Ratzinger davanti alla Corte distrettuale del sud del Texas per la presunta copertura data ai membri del clero responsabili di abusi sessuali soprattutto su minori; Maurizio Turco, Segretario di Anticlericale.net ed ex deputato, il deputato Daniele Capezzone; Marco Cappato, europarlamentare, e Rita Bernardini, attuale segretario politico dei Radicali Italiani, incoronata da Marco Pannella nell’ultimo congresso. Che dire di fronte a queste notizie, tra l’altro pubblicate anche da Guardian e Independent, i due principali quotidiani della sinistra inglese? Dire che si tratta di spazzatura forse e’ la cosa migliore. Ma sono attacchi che non vanno sottovalutati dalla Curia Romana. Non e’ un caso che questi attacchi arrivino da un Paese protestante che contesta il ruolo del romano Pontefice, i dogmi della Chiesa cattolica, l’Eucarestia, e ammette il libero esame delle Scritture senza tenere conto ne’ della Tradizione ne’ del Magistero della Chiesa. E’ un attacco politico e religioso verso un Papa che e’ considerato a torto un restauratore. E tutti i mezzi per attaccarlo sono leciti e sono consentiti. Il mondo protestante teme questo Papa che e’ un grande teologo, che conosce le insidie delle sette protestanti (vedi il proselitismo in Brasile), che e’ in grado di motivare la fede cattolica, che e’ capace di spiegare i contenuti del Cattolicesimo e che conosce la Parola di Dio. I protestanti sono fortemente scettici sul culto mariano, la Trinita’, la divinita’ di Cristo, il primato del Papa, l’eucarestia ( per loro e’ solo memoria, e non Presenza reale del Corpo e del Sangue di Cristo) e infine odiano la teologia di Tommaso d’Aquino e la liquidano come passatista e datata. I loro guru sono Barth, Bultmann, Moltmann, Bonhoeffer. Pensatori che Papa Ratzinger conosce perfettamente. E quindi chi soffia su questo scandalo sono proprio i protestanti per mettere in difficolta’ il Papa. Anche la Massoneria, che in Gran Bretagna e’ forte e pura (non e’ deviata come quella italiana che arruola mafiosi, palazzinari, generali e politici), potrebbe essere dietro questo scandalo. Non dimentichiamo, infatti, che il Cardinale Joseph Ratzinger il 26 novembre 1983, quale Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, faceva pubblicare una dichiarazione sulle associazioni massoniche vietando la Comunione ai massoni. Ma leggiamo, anche solo per avere un’ idea, che cosa scrivono i massoni sulla Chiesa Cattolica. Nel 1953 negli USA, la Massoneria concepì “un suo piano” per corrompere su vasta scala tutta la gioventù americana. Si legge in proposito in una nota: “Abbiamo cominciato a realizzarlo e lo perfezioneremo con i seguenti mezzi: il cinema, la pubblicazione-porno a buon prezzo, i libri comici con storie di sesso e di violenza; ultimo mezzo, ma non il più piccolo, la televisione….non osiamo andare troppo lontano con la televisione, per il momento. Ma essa ci riserva un uditorio immenso, e sarà il mezzo migliore per accostare i bambini. Il nostro piano è di incoraggiare da prima delle rappresentazioni amorose, se non subito immorali, così graduando progressivamente la malvagità, tutta calcolata, si avrà il possesso di tutta la gioventù. Sarà tenuta occupata tutto il giorno, senza lasciare spazio per la religione. Così, i giovani, al loro risveglio e al loro coricarsi a sera, avranno la testa piena di cow boys, di omicidi, di terrori, di cartoni animati inoffensivi. Tutto questo per allontanare dal loro animo immagini religiose. Così, i bambini saranno disorientati per anni. Poi, quasi occasionalmente, si introdurranno costumi sfrontati e scene licenziose allo scopo di distruggere il senso della modestia…” (dal libro La Massoneria, società segreta iniziatica-autori vari). Riportiamo altri testi massonici: “Il nostro scopo finale è quello di Voltaire e della Rivoluzione francese: cioè l’annicchilimento completo del cattolicesimo e perfino dell’idea cristiana. (…) E’ alla gioventù che bisogna mirare: bisogna sedurre i giovani!…”. (Dall’Istruzione segreta, del 1819, del Nibius, capo dell’alta Vendita). “Noi abbiamo intrapresa la corruzione in grande (…), la corruzione che deve condurci al seppellimento della Chiesa. (…). Il cattolicesimo…non teme la punta del pugnale, ma può cadere sotto il peso della corruzione (…). Popolarizziamo il vizio nelle moltitudini; che lo respirino coi cinque sensi, che se ne saturino (…). Fate dei cuori viziosi e voi non avrete più cattolici (…). Lasciate in disparte i vecchi e gli uomini maturi; andate, invece, dritto alla gioventù, e, se è possibile anche all’infanzia…”. (Dall’Istruzione segreta, del 1838, di “Vindice”, membro dell’Alta Vendita). “La magia sessuale costituisce la conclusione finale e la dottrina più segreta della filosofia occulta”. (Francesco Brunelli, Gran maestro della Massoneria di Memphis e Misraim e dell’Ordine Martinista). “L’eccitamento sessuale rende i bambini non più atti ad essere educati; esso conduce all’odio; e all’odio contro i genitori e contro gli adulti e, perfino, contro se stessi (…). La perduta del pudore è il primo sintomo di imbecillità”. (Sigmubd Freud, “3 svolgimenti”, Vienna, 1905 – Freud era iscritto alla Massoneria ebraica del B’nai B’rith). E in un “Programma” della Massoneria, descritto in una circolare segreta, si legge: “Deve essere eliminata dall’educazione ogni traccia di Cristianità e di soprannaturale Vita di Grazia (…) preti e Religiosi devono essere esclusi dall’insegnamento. Ogni distinzione tra i sessi, nell’educazione, deve scomparire… (Cfr. Chiesa viva, n. 109, p.5). Sulla base di questi scritti massonici e sulla base di attacchi provenienti da un Paese storicamente protestante possiamo ritenere che quasi attacchi partano dalla Massoneria inglese e da settori protestanti allo scopo di delegittimare la Chiesa cattolica e il suo Pastore, Benedetto XVI. Ma ora anche in Italia c’e’ chi vorrebbe tentare di delegittimare il Papa mettendo in onda su Rai 2 il vecchio documentario della Bbc. Michele Santoro e’ gia’ in fibrillazione per il suo programma “Anno zero” e stanno arrivando al direttore generale della Tv di Stato, Claudio Cappon, pressioni di ogni tipo, compresa quella di autorizzare l’acquisto del documentario della Bbc per 20.000 Euro. Noi italiani desideriamo che per quella spazzatura non venga speso neanche un centesimo, signor Santoro: gia’ e’ troppo lo stipendio che diamo come contribuenti a lei e alla sua redazione.

  17. sonounprecario ha detto:

    ..ahauha ma chi ha scritto sto pezzo? Esilarante davvero! Su Santoro poi…sarà anche di sinistra, ma peccato che le canta a tutti ed è forse uno dei pochissimi programmi in cui si parla di cose concrete e si mette sotto torchio i politici presenti. Peccato che quando dice cose scomode sanno solo dirgli la stessa cosa.

    Vabbe’ ho già detto abbastanza dai.. 🙂

  18. silvia ha detto:

    chi è Maria di Benedetto (anche se mi sono fatta un’idea)?

    comunque.. santoro ce la dovrebbe fare

    (che schifoooooooooooooooooooo)

  19. sonounprecario ha detto:

    …eh davvero non so chi sia! Santoro dovrebbe avere avuto il permesso (e i diritti)..però per questa settimana non trasmetteranno il video.

    Speriamo =)

  20. Fabius ha detto:

    il video verrà trasmesso giovedì 31 maggio, la RAI ha pagato 25mila euro per acquistarlo. spero ke nn taglino nulla, anke se il dubbio ce l’ho…
    e per restare in tema: ah Federì… ma vattela a pià inter cu**

  21. moebius93 ha detto:

    Federicooooo!!
    Ma quanto ti fotti dell’ottopermille????
    E del contributo all’editoria, fondazioni, opere della madonna ecc. ecc.
    Beh! I tuoi cristi, madonne e preti pagateli con i soldi tuoi!!!
    Grazie!!

  22. moebius93 ha detto:

    Per sonounprecario,
    mi dispiace per te, almeno da come ti presenti, comunque,
    come diceva uno che la sapeva lunga e la sa lunga, “pensare male è peccato, ma spesso ci si indovina”….
    Okkio che la BBC, non è vergine né immacolata, perché, in molteplici occasioni ha appoggiato e difeso, anche imparzialmente, la CEI del UK !!
    Comunque aspettiamo il buon Santoro; ma ci credi tu?
    Staremo a vedere, visto che l’altrettanto buon Cappon, ha “concesso”!!
    Ma veramente inviterà “TUTTE LE PARTI IN CAUSA”? O SOLAMENTE I PRETI PIU’ O MENO TRAVESTITI DA BORGHESI? ( VANNO DI MODA I PRETI IN “borghese”; NON SO SE PER CAMUFFARSI O PERCHE’ SI VERGOGNANO!!)
    FAI UN GIRO SU WWWE.YESHUA.IT
    CIAOOO!!!!!!

  23. sonounprecario ha detto:

    Eh appunto…il problema è che essendo un tv più o meno indipendente, a differenza di quella di stato (o commerciale) italiana…se non è sicura di trasmettere una cosa certa non lo fa. La Cei inglese? Sarebbe? In quale caso? Non so, sicuramente proverà ad invitare “pezzi grossi”, ma sicuramente rifiuteranno con una scusa mastelliana.

    Oppure in molti potrebbero accorgersi dell’oro che indossano e delle boiate che vanno a dire in tv.

  24. moebius93 ha detto:

    Comunque incombe anzi ci sovrasta la super presenzialità (si può dire ? ) di preti, vescovi, cardinali sui media, più o meno “travisati” ( c’è la monaca Roberta, insigne nonsodichetuttologa,che esibisce addirittura il simbolo del Tau, qualcuno le spiegasse che non tutti sono imbecilli e sanno esattamente da dove deriva!!! )preti in borghese, più o meno autorizzati.. v. Baget Bozzo ed altri.( Ma si “mascherano” o forse, più probabilmente si vergognano??? )
    Evidentemente c’è qualcuno che li sta smascherando!!!
    Non ci contassero balle con Caritas, ecc. ecc. I soldi sono sempre del popolo bue italiano!!! loro i preti devolvono,in beneficienza, meno del 15% di quanto sborsano gli italiani annualmente!!!!!!!!!!!!
    Da grande vorrò fare il prete!!! Basta poco, che ce vò???????????

  25. Radagast ha detto:

    http://www.cesnur.org/2007/Crimen_1962.pdf
    questo è il testo integrale.
    chi di voi conosce il latino, noterà, nell’articolo 11 dei preliminari, che il segreto non è imposto sul crimine, come si vuole far credere, ma sul processo CANONICO. quindi, nessun ordine di insabbiare reati, ma segretezza del processo fino alla sentenza definitiva.
    ecco la traduzione delle prime righe dell’articolo 11, quelle che indicano cosa si deve tenere segreto:
    “Nel trattare queste cause la cosa che deve essere maggiormente curata e rispettata è che esse devono avere corso segretissimo e che siano sotto il vincolo del silenzio perpetuo una volta che si siano chiuse e mandate in esecuzione (Instr. Sancti Officii, 20 febbraio 1867, n.14);”

  26. denny ha detto:

    Maria Di Benedetto
    Scritto da Bispensiero , il 15-05-2007 14:25
    Maria di Benedetto è una nostra utente di lunga data. Anche lei vittima. Tempo fa ci comunicò il suo sdegno dopo aver visto il video delle Iene. Ci aveva chiesto una mano per diffondere l’informazione contro questi abomini.
    nell’aver tradotto questo video ci siamo ricordati di lei.

    Siamo infine riusciti a rintracciarla nuovamente, dopo un lunghissimo silenzio dovuto a suoi gravi problemi di salute. E’ stata molto contenta del nostro lavoro e del pensiero.

  27. sonounprecario ha detto:

    @ Radagast

    …piccolo particolare: chi lo fa il processo? Segretezza? Cesnur.org…?
    😉

    @denny

    Grazie per l’info su Maria Di Benedetto =)

  28. Alessia ha detto:

    Voi vi state preoccupando di quelle che sono le responsabilità di Benedetto XVI, ma quello che importa è che preti pedofili ci sono stati e sono stati anche condannati e quello che mi spaventa e mi disgusta è che sono cattolica, credo in Dio, ma non nella Chiesa, perchè semplicemente mi ha schifato. Come può un prete dire di avere applicato i dogmi della chiesa nello stuprare un bambino, vi rendete conto di quanto è stato distorto il messaggio cristiano? Queste persone non sono degne di esistere, figurarsi di essere preti. La chiesa è malata e non importa chi ha formulato l’epistula “Crimen Sollicitationis”, la cosa scandalosa è che è stata formulata. Esiste un documento che protegge i preti pedofili contro le vittime. Sono d’accordo con la BBC: la Chiesa, come l’Italia somiglia sempre di più a Cosa Nostra e degli ideali Bel paese sono rimasti davvero soltanto la pizza e il mandolino.

  29. sonounprecario ha detto:

    Alessia sono completamente d’accordo con te! Nessuno sta dicendo che il papa è un pedofilo, per carità…ma mi fa piacere avere l’ennesima testimonianza di una cristiana che ammette che la religione, “il credere” è una cosa…mentre la chiesa ormai sta proprio da un’altra parte. Da quella della politica insomma.

  30. […] televisione, rai due. Santoro farà vedere il documentario della BBC, la puntata è dedicata alla dura verità. Travaglio leggerà la sua lettera. Gli ecclesiastici invitati sapranno già cosa […]

  31. luca ha detto:

    ok…diciamo cosi…il documento Crimen Sollicitationis esiste solo per tenere segreto l’iter giudiziario interno che in ogni caso avviene (?)….più o meno quanti saranno i preti condannati o “laicizzati” dalla chiesa negli ultimi 50 anni??
    e dopo averli laicizzati….lo si dice in giro che sono dei mangia bambini o si inventa uan qualche altra cazzata??

  32. ateomilano ha detto:

    IN RISPOSTA A FEDERICO CHE CITA “UN TALE” Alberto Giannino, QUINDI IN RISPOSTA AD Alberto Giannino.
    Il più grosso partito mondiale, la Chiesa cattolica, ammette che esista pedofilia al suo interno. Una posizione umana, e non divina o inumana, dovrebbe essere quella di contrasto e punizione a tale infame fenomeno. Invece la Chiesa produce elementi squallidi come Giannino che ne difendono continuamente l’operato. Vergogna!!! Difendete coloro che abusano di indifesi e quando un disperato bussa al portone in legno che protegge i vostri ori lo cacciate!!! VERGOGNA!!! Ritenetevi fortunati perchè chi scrive non è violento ed è cosciente che un’azione non cambia il mondo. Ma quanta voglia avrei però di scaricare tutto il mio dolore su un po’ di pedofili… preti o non religiosi che siano… VERGOGNA!!!

  33. ateomilano ha detto:

    x ALESSIA
    Ma come, sei cattolica e non credi nella Chiesa? E’ come per un milanista tifare juventus… W la scienza!!!

  34. P ha detto:

    Per la prima volta nella sua vita Santoro ne ha azzeccata una…

  35. […] che non è vecchio ma maturo, crede ancora alla politica e alla religione, pensando di prendere in giro tutte le […]

  36. Paolo84 ha detto:

    …in che senso Santoro ne ha azzeccata una? ;D

  37. sonounprecario ha detto:

    …come avrete notato tutti quanti, la vicenda sembra già quasi dimenticata…

    Dopo l’ondata di notizioni gridati ora si è già dimenticato tutto.
    Mah!

  38. Marta ha detto:

    Io l’ho sempre detto che abbiamo sprecato due bombe atomiche…Ne bastava solo una..bella grossa sul vaticano..

  39. TheEnglishRose ha detto:

    Sono passati mesi da quel “tema” che riempie questa pagina e che ho appena letto sulla Massoneria, scritto da un certo Federico.
    Magari ormai il mio commento non se lo legge piu’ nessuno, (sara’ passato troppo tempo?). Ma zitta non ci sto, nel momento in cui si tira in ballo un paese in cui vivo e che rispetto (l’Inghilterra).
    La massoneria e’ sempre esistita e non solo nel Regno Unito, ma che si facciano passare persone che hanno portato alla luce questo schifo che ha coinvolto la Chiesa Cattolica per facenti parte della Massoneria e’ come dire che tutti gli italiani sono mafiosi, un luogo comune che non ha senso. I protestanti non sono “contro” il papa, semplicemente non ne riconoscono la figura. Rispettavano Giovanni Paolo II per la persona che era, (un po’ meno Papa Ratzinger, ma forse non sono gli unici a pensarla cosi) ma non lo riconoscono a capo della Religione. Semplicemente hanno un rapporto piu’ diretto con Dio, non trovano che sentirsi dire “Io ti assolvo dai tuoi peccati” da parte di un prete possa davvero cancellare i peccati fatti. Ma magari ci ragionano e ne parlano con il loro Dio, a tu per tu. Ti assicuro che queste persone non hanno alcun interesse nell’inventare oscenita’ da attriuire alla Chiesa per screditarla. Semplicemente la loro cultura e’ molto meno impregnata da tutta questa cristianita’ bigotta e ipocrita che riempie quella italiana!
    W la BBC che a differenza dei canali italiani e’ la TV della gente, di chi zitto non sta. Di chi se vede qualcosa di scomodo lo urla forte.
    E ovviamente W la mia Italia, quella non ipocrita pero’!

  40. sonounprecario ha detto:

    Sono d’accordo con TheEnglishRose, ma non so dire nulla sulla massoneria inglese perché non ne sono molto informato, lo ammetto…quindi prima di dire castronerie mi fermo 😛

    Magari avessimo una BBC in Italia…ma dopotutto siamo l’unica nazione in cui il finanziamento è sia pubblico che privato. Il discorso diverrebbe troppo lungo…

  41. dipassaggio ha detto:

    non solo per questo episodio ma per duemila anni di omicidi ,stupri,violenze e latrocini mi vergogno di vivere a contatto stretto nella terra dove risiede la “santa”sede.
    p.s.per coloro che difendono la chiesa vi invito a informarvi con dovuta diligenza di cosa e chi state difendendo,io al posto vostro mi vergognerei,ma forse l’ignorare vi quasi giustifica anche se nel 2007 non credevo ci fosse ancora ignoranza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: