La tattica è sempre la stessa

Finalmente oltre a repubblica anche il corriere si è accorto che da qualche tempo il video sui preti pedofili era il più visto su Internet.

Ma ora che la cosa sta diventando un po’ più nota, più che altro sui quotidiani, la tattica usata nelle reazioni è sempre la stessa: innanzitutto coprire di ridicolo la fonte dicendo che è tutto falso e infame; peccato invece che nessuno dei politichetti intervistati sappia menzionare uno straccio di contro-prova; nessuno ha…il coraggio di nominare documenti di cui si parla in modo più che preciso (quando si manda in onda una cosa del genere non si puù parlare “a caso”) o di ricordare che moltissimi preti negli Stati Uniti (e non solo) sono stati arrestati. Successivamente, ora che Santoro ha detto di voler acquisire i diritti per la messa in onda in Italia (pensate che figuraccia con gli inglesi che si chiederanno “ma fino ad ora dove siete stati giornalisti italiani? Avete aspettato che un sito traducesse con i sottotitoli una cosa del genere?”), la polemica si sposta su un problema di cui a noi non dovrebbe fregare niente: non si parla più dei preti pedofili, se non per ricordare che sono tutte fandonie ovviamente, a priori, ma si arriva a spostare l’attenzione sull’acquisto dei diritti, dimenticando tutto il resto. Non credo di essere l’unico ad accorgermi di come l’informazione venga fatta totalmente al contrario nel nostro paese, ma sinceramente rimango allibito. Nessun giornalista osa commentare o indagare sul Crimen Sollicitationis; si preferisce creare una polemica ad arte per far passare un ragionamento di questo genere: Santoro giornalista di sinistra vuole trasmettere una cosa del genere? Sicuramente sarà di parte; seguono polemiche e smentite da parlamentari udc, udeur o forza italia, possibilmente divorziati. Immaginate voi che idea si faranno le persone che il video non l’hanno nemmeno visto e che fruiscono le notizie solo dalla tv in questo modo. Insomma, la cosa che fa scalpore è che qualcuno voglia fare vedere in tv come stanno le cose; non ho ancora letto un articolo in cui il giornalista si scandalizzi per le evidenze raccontate dal documentario bbc.

Fortuna che, come suggerisce Mantellini, esiste Internet.

Share:
Technorati icon

Annunci

5 Responses to La tattica è sempre la stessa

  1. Vaticano boy ha detto:

    solo uno di sinistra può aver il coraggio di togliere l’omertà, il resto è il nulla.

  2. moebius93 ha detto:

    Basterebbe che il ..signor Betori, segretario della CEI risponda, pubblicamente alle seguenti domande:
    a-E’ vero che il neopapa era stato incriminato dal viceministro della giustizia u.sa,. Peter Keisler e poi “graziato” in quanto divenuto capo di stato??
    b-E’ vero che l’attuale papa ha firmato, insieme a quel furbino di Tarcisio Bertone, una lettera, datata 18.05.2001, che confermava la validità del ” crimen sollicitationis ” ?
    c- E’ vero o no che le finanze vaticane stanno provvedendo a risarcire i circa 4500 “abusati” negli U.S.A. ?
    d-E’ vero o no che centinaia di casi sono stati dimostrati in brasile, canada, olanda ecc.ecc.
    1-Se risponderà si dirà che sono alcuni ” errori”.
    2-Se risponderà che non è vero sapremo già che se ne andrà nel suo Inferno!!
    3-Se non risponderà sarebbe sufficiente mandarlo aff……..o! Lui e quelli come lui!
    Qualora si verificassero le opzioni 2 e 3 ci farebbero un culo comunque perché organizzerebbero delle megamanifestazioni ( a nostre spese, sia chiaro ) contro i laicisti=terroristi!!
    Viva l’Italia

  3. furio detti ha detto:

    purtroppo non sono ottimista.

    il dramma non è solo la figuretta di cacca del “giornalismo” italiano e dell’Italia in genere: pizza, mandolino e …omertà.

    il problema è che giornalisti accreditati e che lavorano con emittenti radio di non indifferente qualità, parlo di Radio24, se ne escono con boiate del calibro “la polemica mettere in onda in TV o no mi pare inutile, tanto il filmato è reperibile su Internet”.

    perché è una sostanziale boiata? perché purtroppo la cosa può valere per quella minoranza di 25-30enni internettiani con l’interesse per l’autodocumentazione, l’attualità e le notizie.

    ma il PUBBLICO, il popolo italiano è fatto di gente che guarda la TV, gente che “se è in tv è vero, se non è in tv non esiste…” o quasi. un popolo di adulti, molto adulti che a malapena riesce a programmare un videoregistratore, figurarsi utilizzare il Web (a parte scannarsi nei forum).

    Mantellini avrebbe ragione se tutti o almeno la maggioranza fossero internettiani consapevoli.

    ma non lo sono.

    per cui dubito molto che il video possa raggiungere la “maggioranza silenziosa” del Family Day che tanto piace al Vaticano e ai politici.

    piuttosto sarebbe stato splendido noleggiare un maxischermo per quel giorno e averci proiettato il video. cosa da rifare in caso di un altro megaraduno di paladini della “famiglia normale e benedetta da dio e dalla natura”.

  4. sonounprecario ha detto:

    …esattamente. Chi usa Internet è ancora una piccola parte (per lo meno qui) rispetto a tutti coloro che dipendono letteralmente dal televisore. La Chiesa lo ha capito benissimo (ed anche un altro personaggio che, come sapete, esiste solo in tv in realtà) quindi fino alla sua messa in onda non si preoccuperà più di tanto. Anzi, siccome il programma di Santoro è considerato di sinistra (in realtà le suona e le canta anche a chi è di sinistra) da chi vota solo badando alle immagini…sarà guardato sempre da meno gente. Se notate, la polemica sta già scemando, perché…se dovessero ancora alimentarla e far intervenire altri commenti e altre personalità, aumenterebbero le persone incuriosite da questo filmato e il ritorno mediatico…quindi ci sarebbero più persone che vorrebbero vederlo in tv. Ed è anche per questo che in tv nei tg non si è sentito praticamente niente riguardo a questa cosa se non cose del genere “..tra le tante altre cose che ha detto bagnasco, ha criticato duramente un video sui preti pedofili”. Stop. Ah beh…un video a caso? O prove inconfutabili?

    L’idea del maxischermo sarebbe geniale, ma i cattolici acciecati andrebbero oltre, un po’ come i berlusconiani convinti. Siccome una cosa del genere stravolgerebbe tutte le loro concezioni e idee di vita, inconsciamente si autoconvincono che una cosa del genere non possa essere vera…

    “famiglia normale e benedetta da dio e dalla natura”.
    Bisognerebbe spiegargli che in natura, in quasi tutte le specie, ci sono moltissimi casi di omosessualità tra animali…senza contare ermafroditi, ecc…

  5. moebius93 ha detto:

    Va beh!
    Ma per la miseria, nessuno, dico nessuno, che si interessi, ai soldi ( che poi danno il Potere, sia economico che mediatico!!) allora lasciamo perdere!!!
    Noi paghiamo con i nostri soldi sia chi ci “informa” sia chi ci truffa!!!
    Proverbio: è meglio lavorare con chi non ti paga che aver a che fare con preti e simili!!!!
    Ciao a tutti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: