Travaglio di sinistra?!

…ma da quando? Travaglio non è di sinistra, anzi. Ogni tanto Sgarbi si ricorda di essere servo del padrone e ha uscite comode (per lui) di questo genere.

Chissà perché ma non si riescono a trovare intellettuali di destra (parlo di quella cosa mutante che è chiamata “destra italiana”). Semplice; se hai la capacità di pensare e possiedi conoscenze storiche o dei fatti più in generale, ma soprattutto se non hai interessi da mettere in gioco (avete presente tutti i conoscenti che hanno un negozio nel vostro paese o nella vostra città che si candidano per forza italia alle amministrative?), non sei giornalista dell’ordine o non sei in debito col tuo datore non puoi votare cdl (o meglio, in questo momento non dovresti votare in generale).

A meno che fai parte del pubblico di Maria De Filippi o guardi tanta televisione. Allora qui si spiegano tante cose.

Sgarbi, assessore del comune di Milano, sa quindi come rivitalizzare e promuovere la cultura dei milanesi: ricordandosi ogni tanto dei comunisti. Peccato se in Italia manifestazioni artistiche, mostre e concerti siano rari ma soprattutto i costi della cultura e della musica su tutti rimangano esorbitanti. Milano poteva tentare un inversione di rotta e dare l’esempio. Invece no, il pericolo nella diffusione culturale è sempre rosso. E se un libro parla di storia è senza dubbio “di sinistra”, quando in realtà è semplicemente storia (come sono fatti, quelli distinti dalle opinioni, quelli che racconta Travaglio).

Per questo io, la bomba, l’avrei chiamata “Enola Sgarby”. Cecchi Paone ne avrebbe comprate a bizeffe.

Share:
Technorati icon

5 risposte a Travaglio di sinistra?!

  1. Miguel scrive:

    Come hai ragione……..

  2. sonounprecario scrive:

    …Travaglio ha ragione ;)

  3. lemin olld scrive:

    VIOLENZA DI STATO!

    Violenza di stato è una “storia incredibile”, ma vera! Causa della corruzione, violenza di stato, l’ingiustizia e abuso di potere “da parte d’alcuni operatori dello stato infedeli che usavano meccanismi e sistemi impensabili per legittimarla e gestirla” sotto i riflettori. I suoi fatti sono accaduti realmente a Roma del 1990 e proseguiva ancora nel 2007, nell’indifferenza degli operatori dello stato, nonostante essere dannosa per l’interesse comune e contro principi della legge!I miei persecutori mi consideravano una persona scomoda, per questo motivo sono diventato un corpo di reato da far sparire, perché il comandante maggiore dei servizi segreti romani Lussese Vincenzo e i “membri dei poteri privati” che controllavano il mio caso volevano liberarsi di me in un modo illegale! La storia faceva parte di quelle facevano brividi per gli italiani per bene, perché non era normale come si potrebbe costatare in questo Blog!Ho bussato “le porte degli uffici degli operatori dello stato, le sedi istituzionali, segreterie” dei partiti e redazioni dei giornali sperando che qualcuno faccia la cosa giusta, ma sono rimasto deluso, perché gli operatori dello stato che mi perseguitavano sono riusciti a “contenere la vicenda tra gli amici” per evitare di rimettersi in discussione, soprattutto nel caso della scoperta della verità e scoppio dello Scandalo nelle loro mani! La scoperta della verità potrebbe provocare una situazione d’imbarazzante” che non favorisce le carriere e gli interessi dei membri dei poteri privati. Questo era la verità che gli operatori dello stato cercavano di nascondere negli ultimi 17 anni usando gli inganni e gli imbrogli, ma lo scoppio dello scandalo nelle loro mani e l’uscita della verità ha imputato le loro gambe e ha smascherato il loro sistema privato! Ho combattendo da solo contro un “sistema” ingiusto e crudele, ma alla fine… lo stato doveva occuparsi della mia difesa, ma si è trasformato da protettore ad un aggressore molto repressivo anziché fare la giusta! Da 17 anni che lo stato mi ha dedicato 750 agente segreto che mi guardavano a vista ore 24 su 24! Il costo dell’operazione Il costo dell’operazione è di 500 mila euro al giorno! vedi. http://www.lemin.splinder.com

  4. tamba84 scrive:

    travaglio si finge di destra ma non lo è nella maniera totale

    lui a una conferenza ha detto che turandosi il naso ha votato idv,uno di destra non vota un partito di sinistra non esiste propio

    tiene la parte a gente di sinistra come grillo santoro di pietro de magistris..

    e tu dici che non è vero che è di sinistra??

    ma pe favore

  5. sonounprecario scrive:

    Travaglio, essendo Montanelliano, è di destra. L’ha spiegato varie volte, che ha trovato “asilo politico” a sinistra. Ovviamente si parla di quella destra storica e liberale che in Italia non esiste da ormai più di mezzo secolo. Purtroppo, perché ne guadagneremmo tutti. Questa di oggi non è destra, ma berlusconismo pietoso allo stato puro.
    Quello che non comprendi – per vari motivi – è che non c’è principio più di destra che la giustizia. E soprattutto pretenderla. L’idv è un partito di destra finito a sinistra per ovvi motivi politici; ti sembrerà paradossale ma è così. Per dire, gente come Facci lo sostiene da tempo.
    Per farti altri esempi, pensa a Falcone e Borsellino, simpatizzante msi l’uno e persino monarchico l’altro.
    L’errore basilare sta nel pensare che Berlusconi rappresenti la destra. Che in realtà non esiste in Italia.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: