Fenomenologia del Wii

Poche settimane fa ho scoperto Wii a casa di un amico (che è talmente amato dalla sua ragazza che gli permette di avere anche l’Xbox e la Ps2, tutte collegate ed in rete! La mia mi sopporta a malapena quando gioco ad hattrick…), la console della Nintendo che permette di giocare senza fili con in mano una specie di telecomando a sensori integrati che vibra. Il bello è che dopo due smanettate di numero, chiunque sarà capace di cavarsela, anche se non ha mai preso in mano un joystic.

La Teoria. Questa console rivoluziona un po’ il modo di concepire i videogame. Questo anche grazie ai Canali Wii interni con cui è possibile navigare in Internet, modificare le foto digitali, leggere le notizie, le previsioni del tempo, ecc… Ma la cosa più divertente, ovviamente è la giocabilità.

Un po’ di pratica. Ho provato a giocare a tennis e a bowling: sembrava di vedere due deficenti che mimavano una partita di tennis goffamente, muovendo le braccia un po’ a caso nel vuoto. La cosa ti prende così tanto che dopo un po’ comincerai letteralmente a tuffarti nel vuoto (complice forse un po’ di alcol), possibilmente sul letto per evitare di farti male, per cercare di prendere le palle più difficili, magari spingendo il tuo amico fuori-campo per non fargli prendere la palla; per di più, il gioco riesce anche a capire l’effetto che dai alla palla: non c’è dubbio che se qualcuno che non sa cosa sia il Wii entra nella vostra stanza nel momento clou della sfida vi prenderà per degli ebeti.

Mii-zzega. Un’altra cosa fichissima sono i Mii: praticamente sono dei personaggi caricaturiali che ognuno si crea con cui giocare; io giocherò col mio personaggio, il mio amico Mirko con un altro, ecc… Ognuno con la sua faccia, possibilmente con un’espressione da vero babbeo. Il bello di questi personaggini è che si muovono sul loro canale, interagiscono (non pensate male) e possono essere salvati sul telecomando per giocare dove vi pare.
Per darvi un’idea di cosa sono questi Mii, ho scovato su Internet due cosiddetti Mii-Editor (uno e due) che vi permettono di crearvi un personaggio Mii, esportarlo, salvarlo in jpeg o semplicemente fare i fichi con i vostri amici usandolo come avatar su Msn o Skype. Ve la butto li visto che io l’ho fatto… E non vi racconto poi quando si gioca al pugilato cosa può venire fuori…
Quindi se volete comprare una console per divertirvi da soli e con gli amici, non siete dei super smanettoni che ricercano una grafica spaziale e coi videogiochi non siete poi così abili e costanti (anche la maggior parte delle ragazze riuscirà a giocare col Wii, incredibile!) questa console fa per voi.
L’unico rischio è che dopo un po’ tenderete a dire ogni parola allungando le “i”, irritando all’inverosimile chi non conosce la filosofia Wii.

Share:
Technorati icon

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: