La Gazzetta…di altri mondi

Ero in vacanza, durante uno degli ultimi giorni. Tempo brutto e siccome da tempo non ho contatti col mondo decido di andare in un’edicola e tra le altre cose penso “perché non comprare la Gazzetta?”. In effetti gli ultimi due numeri della rosea che ho comprato erano rispettivamente quello dopo la vittoria del mondiale e quello…dopo la vittoria dello scudetto dell’Inter. Roba che segna eventi rari, da collezione.
Subito mi accorgo che la Gazzetta è cambiata: impaginazione più cool, il modo di scrivere che è peggiorato notevolmente (..e prima non era poi così corretto…!), gossip. Ebbene sì, il gossip ha invaso qualsiasi cosa, va bene l’interferenza ogni tanto sulla versione on line ma almeno risparmiatemi su quella cartacea. Altrimenti compro Chi, Oggi, ecc…

Ma in prima pagina c’è una cosa che più di tutte mi colpisce. Altri mondi:

Ebbene sì, un ritratto tracciato da Silvio su Michela Brambilla. Ora, so bene che RCS da tempo è finita in cattive mani, che praticamente non leggo più il Corriere (infatti Repubblica ha superato il Corriere) vista la non obiettività, ma sulla Gazzetta speravo solo di trovare notizie sportive e qualche chiacchiera da bar da sviluppare con gli amici. I tempi invece sono davvero cambiati.

Una leccaculata d’autore, un’intervista al Cav. coi fiocchi (a parte lui che parla di sé in terza persona alla quarta domanda). Su un quotidiano sportivo. Sono l’unico che ritiene che ci sia qualcosa che non va? Non voglio fare quello ossessionato, ma quando è troppo è troppo, qualunque politico ci sia stato; certo è che quando ci siano marchette e pubblicità politiche varie la parte politica sia la stessa mi da da pensare molto. Dalla Gazzetta del 23 agosto:

La Brambilla è una signora di quasi quarant’anni, rossa di capelli, avvenente, gran gambe, un figlio di 3 anni di nome Vittorio concepito con il suo compagno molto amato che si chiama Eros Maggioni e fa il medico. […] È stata finalista di Miss Italia, autrice di libretti sugli animali, giornalista tv per mediaset, modella. […] Tutti la descrivono come una forza della natura, tre ore di sonno a notte, ambizione smodata, capacità organizzative straordinarie. E poi gambe, gambe accavallate a tutto spiano. Ha fatto anche la pubblicità per la Omsa.

Oltre le gambe c’è di più (a parte il noto detto sulle “rosse de cavei” – ndr), la soluzione è quindi molto semplice: non comprerò più la Gazzetta cartacea, almeno fino ad un altro evento cosmico.

Share:
Technorati icon

Annunci

12 Responses to La Gazzetta…di altri mondi

  1. andreiperiboschi ha detto:

    Grazie della (triste) segnalazione…se un giornale sportivo parla di politica (e in che modo) è brutto segno, bruttissimo segno…

  2. sonounprecario ha detto:

    eh già…ma tutto passa inosservato..

  3. S.B. ha detto:

    Non ci si salva nemmeno sulla gazzetta ..

  4. Francesco Protopapa ha detto:

    Concordo: la Gazzetta è cambiata in peggio. La prossima volta che la comprerò sarà quando il Taranto andrà in Serie A; altro che evento cosmico, un’utopia cosmica!

  5. sonounprecario ha detto:

    Francesco siamo noi che non ci adattiamo a questi “altri mondi”…!

  6. biancospino ha detto:

    In compenso puoi comprare il Manifesto, un giornale che è stato “salvato” dalla bancarotta da un tale di cui non ricordo il nome ma che inizia con B…Be…Ber… o qualcosa del genere. Bastasse un articolo a smettere di acquistare un giornale, avei smesso di leggere qualunque cosa.

  7. sonounprecario ha detto:

    …infatti è quello che ho fatto io 🙂

    Non compro quotidiani, ma come te, mi informo on line (magari anche su fonti estere) =D

    Senza contare i finanziamenti che prendono tutti questi quotidiani dallo Stato. E’ scandaloso.

  8. biancospino ha detto:

    Siamo arrivati allo stesso risultato. Credo però che la stampa online, o quella non specializzata, non sia sufficientemente professionale per approfondire gli argomenti rispetto a chi se ne occupa tutti i giorni. Cio’ in linea generale, poi ci sono eccezioni.

    Riguardo alla stampa estera sono meno d’accordo in quanto gli stanieri conoscono poco e male la nostra politica (e’ un demerito?) e talvolta hanno pregiudizi.

  9. andreiperiboschi ha detto:

    Concordo con l’informarsi online: è vero che magari è più difficile trovare stampa competente, ma la mole di informazioni in rete è talmente enorme che è impossibile un controllo da parte di chiunque, per quanto potente.
    Può sembrare banale, ma secondo me è questo che rende l’informazione online la cosa più vicina all’idea di “informazione libera”.

  10. sonounprecario ha detto:

    Esattamente: preferisco più pluralità, sentire più campane e tirare le somme anche io 🙂

  11. […] Non è da tutti fare politica dalla sede della Gazzetta dello Sport, usando il Milan, con foto sorridenti, pose garbate e volontà e potere di dire quel cavolo che si vuole (non parlo delle sciocchezze ed inesattezze uscite). Eppure in Italia è possibile e non è la prima volta che accade. […]

  12. […] with Silvio Berlusconi :“I sleep 3-4 hours per day to be more active”. Interview with Michela Vittoria Brambilla: “3 sleeping hours per day are enough: I am a lot more productive”. […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: