Oddio ci siamo dimenticati del B-Day!

 

Chi aveva ragione? Cos’è successo alla fine il primo dicembre? Niente. Su internet ho trovato solo questo breve thread in un meetup. Il cosiddetto B-Day infatti non era altro che una bella fregatura pensata ad arte, senza nessun riferimento su luogo, senza nessun coordinamento… La gente si è iscritta con la promessa berlusconiana che va di moda di scendere in piazza, ed ora invece, guarda a caso, sull’home page dell’iniziativa compare una fascia con scritto “- Da Gennaio 2008 un nuovo servizio per il tuo cellulare qui su CelluLotto.org – per ora, invia le tue E-Mail FREE senza bisogno di login, codici e password […]”. Interviste sulle radio, articoli sui quotidiani…e poi? Dov’è finita tutta questa gente? Non si sa. Mi faccio quindi, qui di seguito, delle domande retoriche con risposta scontata.

Ci sono state manifestazioni di piazza? No.
Proteste vibranti? No.
Giovani in piazza a far valere i propri diritti? No.
Studio aperto? No.
Non è che questa iniziativa è stata soltanto un modo per sfruttare l’infelice frase di Padoa Schioppa e guadagnare qualcosa approfittando di tutti i giovani che si sono sentiti offesi? Sì.
Non è che in questo modo tutti i giovani italiani che si sono sentiti offesi come me hanno fatto l’ennesima figuraccia? Sì.
Non è che in questo modo tutti i giovani italiani che si sono sentiti offesi come me hanno dimostrato di essere dei pecoroni che fanno quello che gli dice la tv e che pensano di risolvere i loro problemi firmando una petizione o comprando una maglietta? Sì.
Allora hanno ragione a dire che la maggior parte dei giovani italiani sono politicamente e socialmente stupidi o totalmente disinteressati? Probabilmente sì.
E ora che, insieme ad altre 311.782 (sino ad ora) persone ho aderito al B-Day, ho comprato la maglietta pagata 12 euro e poi mi sono dimenticato tutto quanto, cosa faccio? Ti ci pulisci il sederino. Con tanti saluti dal titolare del sito “cellulotto.org” che probabilmente ora se la sta ridendo ai Caraibi, alla faccia vostra (provate, per dire, a moltiplicare 12 euro x 10.000 magliette, per stare bassi; una volta ottenuto il risultato suicidatevi).
Sonounprecario, posso partecipare all’Inculata Day (I-Day) – passatemi il francesismo – acquistando la maglietta con disegnate delle natiche? Ma certo, perché no. Stavo infatti pensando di organizzare anche il “qualsiasi-cosa-day”, sicuramente avrebbe successo.

Siamo figli delle tendenze suggerite, delle mode di piazza e ci mobilitiamo soltanto grossolanamente perché ce lo chiede qualcun, ma giusto per fare festa o al massimo per farsi fotografare. Perché sì, tu che hai comprato la maglietta sei un vero bamboccione. Ma in un altro senso.

Share:
Technorati icon

3 risposte a Oddio ci siamo dimenticati del B-Day!

  1. […] C’ho le mani pulite, brò. La mitica sera del 30 Aprile 1993, dopo la fine del comizio tenutosi alle ore 18 nella vicina Piazza Navona, durante il quale Occhetto, Rutelli e Ayala avevano sollecitato i presenti a protestare contro il voto parlamentare a favore di Craxi, una folla invase Largo Febo ed attese il nostro Bettino all’uscita dell’Hotel Raphael, l’albergo che da anni era la sua dimora romana. Le forze di polizia presenti gli consigliarono di uscire dal retro, ma egli preferì “eroicamente” affrontare la folla lievemente inferocita, avendo un po’ capito come andavano le cose da anni. Comparendo, Craxi venne accolto da un fitto lancio di monete, mentre parte dei dimostranti, sventolando banconote da 50 o 100 mila lire, intonavano in coro “Vuoi pure queste? Bettino vuoi pure queste?” sulle note della canzone “Guantanamera”. Altri urlavano slogan anticraxiani come: “Su-i-ci-dio! Su-i-ci-dio!” e “Bettino, Bettino, il carcere è vicino!”; Craxi però riuscì a salire in auto ma la Thema blindata se ne andò raggiunta dai dimostranti che avevano sfondato il cordone di polizia e martellavano la carrozzeria con pugni e colpi di casco, mentre invece l’occupante apostrofava gli assalitori urlandogli “Lanciatori di rubli!”. Poi sappiamo tutti com’è andata, ad Hammamet. Bei tempi, la gente si indignava ancora e non scendeva in piazza per un day qualunque. […]

  2. infatti sono dei cialtroni. però si capiva subito che era una cialtronata…

  3. sonounprecario scrive:

    Sì, si capiva ma in moltissimi blog campeggiavano magliette e post orgogliosi di gente che invitava a fare questo, a fare quello…ma dov’è finita tutta sta gente?🙂

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: