Troppa pubblicità in tv, sanzione Ue

Ma cavolo, in tv non l’hanno detto. “Il numero eccessivo di spot sulle tv italiane è inaccettabile” dice Martin Seylmar, portavoce del commissario Ue alle Telecomunicazioni. Un’altra portavoce, Viviane Reding, usa un tono più minaccioso: “le vostre leggi devono cambiare”. Occhio a dire ste cos, che poi qualcuno prende la palla al balzo.

Marchettari. La norma europea vuole che la durata della pubblicità sia di 12 minuti l’ora ma ovviamente non viene mai rispettata così come viene completamente ignorato l’intervallo di 20 minuti tra uno spot e l’altro. “Le televendite non sono incluse in questi 12 minuti ed inoltre l’autopromozione non viene considerata come pubblicità. In più le sanzioni contro chi viola le norme sono deboli”. Vedete voi.
Ma certo. Fino a quanto tutti quanti i mezzi di comunicazione di un paese saranno in mano ad una sola persona pluri-indagata, al di sopra della legge e con fini più che loschi, tutti continueranno a fare il cavolo che vogliono.

Share:
Technorati icon

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: