La Chiesa è Amore

Cito dal post di Gilioli che “la Chiesa è Amore” per svariati motivi:

Se il vostro coniuge è sieropositivo, non potete usare il preservativo: o vi ammalate o non trombate più per il resto della vita.
Se siete donne non potete prendere la pillola, ma se rimanete incinte non potete abortire.
Non potete cercare una gravidanza in provetta, ma se il feto nasce alla ventitreesima settimana dovete fare di tutto per tenerelo in vita anche se non ha i polmoni o altri organi vitali.
Se il figlio poi arriva paraplegico, non potete cercare di guarirlo con le staminali perché è peccato.
Se poi un vostro familiare ha un male terminale e vuole andarsene in modo indolore, non potete fare neanche questo e dovete farlo morire lentamente con atroci sofferenze fino all’ultimo.
E se invece l’aiutate, non avrà i funerali religiosi perché ha commesso un peccato grave.
E’ proprio vero: la Chiesa è amore.

Non capisco però perché Gilioli abbia rimosso il post; spero non vi siano state pressioni “editoriali” insomma. Qualcuno sa qualcosa in merito?
O forse è l’otto per mille che è potere?

5 risposte a La Chiesa è Amore

  1. Voglio sperare che si tratti di un problema tecnico, visto che sono saltati tutti i post dal 25 gennaio in poi. Gilioli, batti un colpo, o i grillini corrono a massacrarti…

  2. E in effetti, alle 11.19 tutto sembra essere tornato al suo posto… Non è che anche all’Espresso hanno qualche obiettore di coscienza, tipo i farmacisti romani che non danno la pillola del giorno dopo (vedi La Stampa di oggi)?

  3. luca scrive:

    non so nulla del post di gilioli e mi auguro che sia un problema tecnico. però contiene qualche imprecisione.

    sull’uso del preservativo in caso di coniuge sieropositivo, ad esempio, è in corso un certo dibattito. sui giornali mi è capitato di leggere l’opinione di qualche cardinale che sottolineava come il preservativo sia obbligatorio in questi casi. difficile capire come possa essere altrimenti.

    l’uso delle cellule staminali non mi pare che sia peccato. quello che la chiesa rifiuta è la ricerca sulle staminali embrionali. non è la stessa cosa.

    ciò detto, il punto del post rimane. mi chiedo, però, se amore significhi dire sempre di sì per far contenti tutti, o indicare la via che si ritiene migliore per il bene di tutti, anche se questo comporta dover condannare certe cose come dannose.

  4. sonounprecario scrive:

    A questo punto credo sia stato un problema tecnico…
    E…in teoria dovrebbe essere importante che la chiesa non interferisca con la politica e che non indirizzi le scelte politiche. Questo nel 2008 in un normale paese civile, forse non qua.

    Non potevamo lasciarli la ad Avignone?

  5. francesco protopapa scrive:

    Dissento da Giglioli: la Chiesa non è amore, semmai ne è la negazione.
    Non è amorevole una Chiesa che fa beato un criminale di guerra come mons Stepinac (come documentato dal libro L’arcivescovo del genocidio, che contiene anche delle foto agghiaccianti -in alcune ci sono religiosi cattolici che fanno il saluto romano insieme a gerarchi ustascia) elevato agli altari da Giovanni Paolo II, grande amico e protettore di mons. Marcinkus.
    Ieri il Papa ha lanciato l’ennesimo tronfio anatema contro mammona, contro la ricchiezza che non dà la gioia. Crebilità sotto zero, considerato anche che ci sono le famiglie sfrattate dal Vaticano con anziani e disabili.

    Ecco un articolo di Curzio maltese sullo IOR
    http://www.repubblica.it/2007/10/sezioni/cronaca/chiesa-commento-mauro/segreti-ior/segreti-ior.html

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: