Squillo 2.0

Secondo questo delirante e pittoresco articolo, essere giovane, laureata, colta e precaria ed essere costretta a fare la puttana è ormai una cosa da considerare ‘normale’. Quindi “Squillo sì, ma colte e informate. Anche l’Italia da l’addio alle prostitute da marciapiede, mestiere sempre più appannaggio delle extracomunitarie. Ora si fanno largo le «squillo digitali»”.

Quindi via con una bella foto dal gusto osé nell’articolo, identikit, programmi preferiti, hobby e magari racconto del lavoro che le squillo 2.0 fanno nella vita. Il dialogo con la zia che non vedi da tanto tempo, cara universitaria, verrà formalizzato in questo modo:

Zia: …Allora, come va l’Università?
Ragazza: Bene, solite cose
Z: E per pagarti un po’ gli studi che lavoretto fai?
R: La squillo, cioé la prostituta.
Z: Ah ottimo, sono proprio cambiati i tempi…ma riesci a conciliare tutti i tuoi impegni col lavoro? Avessi io la tua età…!
R: Zia ma su che pianeta vivi? Oggi, c’è il web 2.0!

Noi ai problemi “ci sputiamo negli occhi” e “ci camminiamo sopra”. E’ così bello essere italiani!

12 risposte a Squillo 2.0

  1. Alessandro (lavoratore “a progetto” n.d.r.), 24 anni, laureato in scienze della comunicazione alla Statale di Milano e iscritto al primo anno della laurea magistrale …

    Zia: allora Ale, come va l’università?
    Ale: Bene, solite cose
    Z: E per pagarti un po’ gli studi che lavoretto fai?
    A: eh … zia … sai com’è …
    Z: dai, non fare il timido, dì a zzia
    A: eh … faccio lo squillo
    Z: uhm? Rispondi al telefono?
    A: no, mi prostituisco
    Z: AAAAAAAARGH! POLIZIAAA!
    A: ma no, zia, è normale, dai! Come sei 1.0!
    Z: sono proprio cambiati i tempi…ma riesci a conciliare tutti i tuoi impegni col lavoro? Avessi io la tua età…!
    A: Zia ma su che pianeta vivi? Ho anche un blog e sai quante assatanate ninfomani lo visitano?
    Z: ah, capisco.
    A: Ma adesso andiamo, zia. Dai, sbrigati, che la Mercedes Pagoda è accesa in giardino, consuma secchiate di benzina e i soldi non crescono sugli alberi!

    Parte la musica : “call me” dal film American Gigolo

  2. sonounprecario scrive:

    UAHAUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHU!!!
    UAHAUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHU!!!
    UAHAUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHU!!!
    UAHAUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHU!!!
    UAHAUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHU!!!
    UAHAUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHU!!!
    UAHAUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHU!!!
    UAHAUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHU!!!
    UAHAUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHU!!!
    UAHAUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHU!!!
    UAHAUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHU!!!
    UAHAUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHU!!!
    LOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL!!!

  3. Carino il fatto di poter trovare ragazze con cui conversare di argomenti “acculturati” prima e dopo la marchetta, trovo che questa sia una delle migliori notizie di oggi..

    Basta con la palla delle povere-ragazze-rumene-minorenni-schiave-del-sesso-sulla-salaria.. Oggi le marchette si fanno alla LUISS, alla Bocconi, al DAMS, etc..

    Meno male.. Magari se gli dai una mano con la revisione della tesi trombi pure gratis..

  4. @sonounprecario
    più che un post, questo era un assist😀

  5. alesstar scrive:

    O___o
    ahhhh, namo bene.

  6. sonounprecario scrive:

    @Francesco
    Ehm sì…son lati positivi😛

    @Anonimo
    ;PPP

    @Alesstar
    …Attenta che poi Anonimo applica sta regola anche a te…😀

  7. stefigno scrive:

    itagliani che bello sentirsi così…..

  8. questo dice tutto sulla realtà (vergognosa) di questo paese.

  9. alesstar scrive:

    sempre ale mi chiamo, quindi il dialogo di cui sopra si adatta anche a me🙄

  10. Eremita fobico scrive:

    Finalmente ho capito cosa intendono quando dicono che oggi i giovani si devono adattare ad un lavoro flessibile

  11. sonounprecario scrive:

    @Stefigno e Le ali della farfalla
    Non solo dice tutto, ma dice anche che è solo un aspetto delle altre centinaia di assurdità made in Italy.

    @Alesstar
    Azz, è vero😛 Non metterlo in pratica però eh…

    @Eremita
    No oh, quello mai però😛 Va bene metaforicamente, ma fisicamente dietro non lo voglio proprio prendere…😉
    Certo, hai comunque ragione.

  12. alesstar scrive:

    no no, non ci penso proprio. mi faccio i lavori umili per pagarmi l’uni ma non umilianti.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: