Incapaci

Non solo abbiamo i peggiori politici, non solo abbiamo capito definitivamente che i sindacati, coloro che dovrebbero tutelarci migliorando il nostro welfare e i nostri diritti sociali, sono totalmente incapaci. Abbiamo da anni anche la peggior specie di manager, geneticamente modificata in una variante puramente italiana. Questi manager guadagnano più di ogni manager europeo (e spesso mondiale) nonostante siano a capo di aziende in rosso anche per centinaia di milioni; e i loro stipendi crescono ogni anno, per la legge meritocratica italiana.

I loro gruppi e le loro aziende crollano in borsa e licenziano, ma non importa: del resto potrei aver fatto il master all’Insead, quindi non c’è “Napoletone” che tenga, devo guadagnare tanto. E se dico “cazzo” sul palco passeggiando, lo faccio perché da questo si capisce che sono un tipo tosto, yeah.
Se poi per sbaglio ci sono degli utili, perché reinvestirli? Si distribuiscono tra gli azionisti di maggioranza e via, perché in Italia sono tutti furbi, anzi furbissimi.

E noi che stiamo qui a parlare di Telecom, telco, bollette, soldi e stato della Rete nel nostro paese. Che fiducia possiamo avere nel futuro se siamo costretti a sottostare alle decisioni di questa gente?

6 risposte a Incapaci

  1. perché me lo chiedo sempre anche io?

  2. NapoleTone è il vero vincitore della battaglia di waterloo, che non lo sapevate.

  3. Negli USA il signorino oggi sarebbe stato chiamato ai piani alti ed avrebbe ricevuto i suoi nuovi strumenti di lavoro ovvero:

    – secchio
    – Mocio Vileda
    – Lysoform

    ed in questa maniera avrebbe fatto brillare l’azienda o almeno i pavimenti.. Qui i managers superpagati riescono solo a far fallire le aziende, poi cambiano e ricominciano.. C’è forse da stupirsi..??

  4. sonounprecario scrive:

    @Boh
    Eheh…mi sa che ce lo chiediamo in tanti😉

    @Le ali della farfalla
    Ahahah, pensavo che il colmo fosse “Uaterlu”, in realtà sentire Napoletone alla fine è una ciliegina non da poco…

    @Francesco
    E’ singolare che questa gente sia strapagata per fare questi teatrini sul palco, perché viviamo sul mito del personaggio, della personalità forte da idolatrare, ecc… Siamo un paese davvero patetico. Sono sicuro al 100% che qualcuno in platea si sia accorto del madornale errore…ma vi siete chiesti perché nessuno ha alzato il dito per smerdarlo?😀

  5. Graziano scrive:

    Sui sindacati non c’è dubbio, super incapaci.

  6. RICCARDO scrive:

    il Super-manager Telecom Luca Luciani è il prototipo della classa dirigente italiana. Fulgido esempio di intelligenza forgiata nella fucina del sapere universitario, il nostro eroe suscita la nostra deferente ammirazione per la passione con la quale, appassionato e dolente al contempo, arringa una folla di mini-manager demotivati. Vero animale da palcoscenico, egli brandisce sagacemente tutte le armi del grande comunicatore: padronanza della lingua, parabole calcistico-evangeliche da far aggrovigliare Cristo nella Sindone, sguardo vivido e penetrante, capello e abbronzatura fedelmente tratti dal libro degli archetipi. Il Nostro, pur folgorato dalla stessa mistica ispirazione che pone il telepredicatore al cospetto della Suprema Verità, fende inaspettatamente l’aria con un misurato turpiloquio che, lungi dal renderlo volgare, lo ridisegna tuttavia più umano, più vero. Ma ecco che, lucidamente consapevole che un Grande Condottiero per essere tale deve apprendere da chi, prima di lui e più di lui, è stato grande nel disegno della Storia, sprigiona all’improvviso con geniale tempismo la potenza risolutiva della citazione. Sorvola su Alessadro Magno con la scaltrezza di chi ne conosce le gesta a menadito (come vorrei essere stato presente alla precedente convention in cui lo citò ….) e punta deciso su Napoleone. Egli sa che la grandezza del Condottiero chiamato in causa darà una svolta decisiva alla sua arringa: i pavidi lo seguiranno, gli assonnati si desteranno, gli scettici si convinceranno. Colpisce con risolutezza, con assoluto rigore storico. L’impatto è devastante. le immagini non ci rendono purtroppo l’effetto sortito in platea, ma possiamo immaginarlo ……. La forza sprigionata, la sferzata impressa è talmente potente che persino il nostro Condottiero ne esce spossato. La luce nei suoi occhi si affievolisce, Il suo parlare si fa infine stentato, la lingua inciampa e lo tradisce: Napoleone diventa Napoletone, ma ormai è fatta, anzi ormai l’hai detta …….. ‘STA STRONZATA MOSTRUOSAAAAA !!!!!!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: