links for 2008-04-16

6 risposte a links for 2008-04-16

  1. paz83 scrive:

    e non è ancora stato proclamato ufficialmente che già fa gaffe all’estero e senza nemmeno muoversi dall’Italia. Se non altro ci sarà di che scrivere sul blog. Cominciamo bene..

  2. Graziano scrive:

    è poco portato con le donne!

  3. sparkaos scrive:

    siamo a posto, ha bettuto tutti i record

  4. L’esordio di Berlusconi è semplicemente sconfortante. Tuttavia mi permetto un’osservazione: dopo 15 anni di Silvieide, dovremmo forse un po’ tutto cambiare i criteri di valutazione. Far notare ogni volta che Berlusconi non è un fine politico, o che è rozzo, o che è ignorante, rischia di diventare un tic snobistico da parte di quella che è (siamo) una minoranza, peraltro piuttosto frustrata. Tutte le volte che Berlusconi fa le corna nelle foto o fa apprezzamenti sul decolleté di una signora, noi strepitiamo dicendo che è un cafone, indegno di governare uno Stato; nello stesso momento ci sono centinaia di persone che invece lo ammirano perché sdrammatizza il ruolo del politico o, semplicemente, perché anche loro, fossero al suo posto, farebbero esattamente la stessa cosa. Credo sia giunto il momento di accettare il fatto che Berlusconi rappresenta l’autobiografia di questa nazione, piaccia o non piaccia. Spero che l’opposizione politica in parlamento (per quanto già pronta a scendere a patti/compromessi/inciuci di ogni genere) eviti di valutare Berlusconi come fenomeno antropologico-sociale e cominci a giudicarlo esclusivamente sulla politica. Così come dovremmo fare tutti noi.

  5. sparkaos scrive:

    x Wallace Henry Hartley

    hai pienamente ragione e l’ho scritto spesso, ma il punto è che per quanto uno si sforzi alla fine resta se stesso. Impari a valutare le cose diversamente, ma certe volte semplicemente in un gesto si racchiude qualcosa che ti respinge troppo e non puoi non notarlo.
    Dovremmo valutare berlusconi come politico e basta quando discutiamo di politica, ma se poi non notassimo il suo significato antropologico sociale, oltre a non essere ciò che cmq siamo e diventare maschere ancor più, non capiremmo neanche nulla delle correnti sociali profonde che berlusconi porta alla luce. Berlusconi prima di essere altro è un simbolo e come tutti i simboli porta le tracce della società che l’ha creato.
    Il punto è non cascare nella trappola del simbolo macchietta e vederne la cruda realtà sociale e politica dietro lo scintillio (che però se lo guardi dalla giusta ottica illumina quella realtà)

  6. Fabio scrive:

    Ormai ci abbiamo fatto l’abitudine. Chi vota Berlusconi sa che con lui ci sono le battute (e relative smentite/fraintendimenti) comprese nel prezzo!!!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: