Dove sono finite le schede bianche e quelle nulle?

Non so se ve ne siete accorti, ma trovare i dati riguardanti le schede nulle o bianche (che sono sempre stati diffusi da tutti i quotidiani) su Internet risulta quasi impossibile (anche xlthlx me l’ha fatto notare più di una volta su twitter). Provateci.

Insomma, vengono omessi dei dati alquanto importanti e sul sito del Viminale non c’è ne traccia. La cosa risulta molto strana.

Nel 2006 le schede bianche erano misteriosamente scomparse e il famoso documentario “Uccidete la Democrazia” di Deaglio aveva fatto una precisa ricostruzione della sparizione, impersonificando l’omonima scheda col nome di Bianca. Sarebbe interessante scoprire se queste schede siano tornate o meno.

Su Internet quasi nessuno ne ha parlato: solo Piero Ricca, che stimo moltissimo, e quelli di “Articolo 21” hanno trattato l’argomento.

Diciamo che è più facile trovare i dati dei singoli comuni che quelli generali. Poi, per prenderla con ironia, fa pensare il fatto che Berlusconi non voglia ricontare le schede e che, come il Ministro Amato aveva affermato, i dati sulle schede bianche o nulle sarebbero dovuti arrivare subito, visto che dovevano essere contrassegnate immediatamente.

In attesa che Giulia Bongiorno diventi il nuovo ministro della Giustizia (quasi quasi era meglio Mastella…), ho spulciato un po’ di commenti in giro per la Rete e tra quelli al post di Piero Ricca ho trovato dei dati interessanti: esistono per esempio moltissimi seggi di comuni in cui nel 2006 non c’era stata nemmeno una scheda bianca (nel 2006 a S. Nicandro Garganico, provincia di Foggia, a fronte di quasi 10.000 votanti non c’era stata nessuna scheda bianca; da qui partiva il romanzo “Il Broglio” come spiegano su Articolo 21), che ora invece tornano a sfornare schede bianche e in alcuni casi arrivano quasi a raddoppiare il numero delle schede nulle. Quello del 2006 probabilmente rimarrà uno dei misteri tutti italiani, non si saprà mai cosa accadde al Ministero degli Interni.

Miracolosamente poi, arrivo ad un trafiletto sul sito dell’Ansa in cui vengono dati velocemente e sommariamente i dati sulle schede in questione, che non sembrano però corrispondere in pieno ai dati sull’affluenza e sugli aventi diritto. Mi da molto da pensare il fatto che al Senato su 43.133.946 di aventi diritto, 10.362.719 persone non si sono espresse (più del 20% degli aventi diritto quindi), mentre alla Camera su 47.126.326 di aventi diritto, 10.674.021 persone non hanno dato preferenza (sempre più del 20%).

Dato per scontato che magicamente, dopo il 2006, le schede bianche sono tornate a salire e la loro percentuale si attesta circa al 4%, vorrei sapere perché il Viminale e tutti i media non menzionano queste statistiche.

Da qui a parlare di brogli ce ne passa, anzi, non discuto la netta vittoria del pdl. Anche perché, per la prima volta in Italia abbiamo avuto la possibilità di seguire sul pc di casa lo scrutinio comune per comune, senza aspettare la notte come accadde nel 2006: bravo ad Amato quindi.

Però…nessuno vuole più fare chiarezza su queste benedette schede. Perché?

10 risposte a Dove sono finite le schede bianche e quelle nulle?

  1. Matteo scrive:

    Per quanto riguarda il voto alle politiche in FVG, i dati del ministero dell’interno corrispondono ai “voti validi” che si possono trovare sul sito della regione. Quest’ultimo, però, mostra anche i dati delle schede bianche e nulle (che si attestano intorno al 3,6%) e il totale dei votanti. Come sia la situazione per le altre regioni, onestamente non lo so.

    – Camera, dati del ministero: http://tinyurl.com/5or6ke
    – Camera, dati della regione: http://tinyurl.com/6r6aql
    – Senato, dati del ministero: http://tinyurl.com/58mn24
    – Senato, dati della regione: http://tinyurl.com/5afyr6

  2. xlthlx scrive:

    ecco, grazie a tutti e due.
    di certo rimane il fatto che pero’ sui giornali online non ce n’e’ traccia.
    e sinceramente questo rimane un fatto inquietante.

  3. Oscar Ferrari scrive:

    Forse hanno mandato i Carabinieri a cercare le schede bianche, e loro ne hanno trovate solo di rosa e gialle

  4. Graziano scrive:

    Credo che se ne parli poco visto il notevole distacco tra le 2 coalizioni.

  5. sonounprecario scrive:

    @Matteo
    Grazie per i link

    @Serena
    Essì, sarà anche come dice Graziano, ma la cosa è molto strana…

    @Oscar
    Ahahah😉 Ne han trovate tante verdi…

  6. […] di schede bianche/nulle li ho calcolati in base a quei dati perché, come fa giustamente notare Alessandro, non sono presenti neanche sul sito del Ministero […]

  7. orangeek scrive:

    forse perchè non vogliono far conoscere i numeri de malcotento e della delusione… soprattutto le schede bianche hanno una significatività particolare.

  8. alllienaaa scrive:

    anch’io ho riflettuto molto sul fatto che nessuno fa commenti a qs elezioni, nessuno si chiede quante schede bianche ci sono state nè ci si interroga sui meccanismi dei conteggi, raccolta dati e infine afflusso dei dati al viminale. Io ad esempio vorrei sapere se tecnicamente-voglio dire TEORICAMENTE- è possibile che qs elezioni dal risultato disonorevole x l’italia e gli italiani (calderoli vice premier?) siano state truccate. Ho guardato un pò in giro in internet e credo proprio che sia possibile. Gli strumenti ci sono E SONO ANCHE MOLTO SEMPLICI. Ad es. le schede bianche possono tenendo un pezzetto di grafite sotto un’unghia essere contrassegnate come si desidera e quelle valide non gradite essere rese nulle da uno sbrego qualsiasi sempre con lo stesso sistema. Questo a livello locale Troppo semplice? e perchè no? Basta un pò di organizzazione. Quanto all’afflusso dei dati al viminale …per via informatica… rivediamo il dvd di deaglio..

  9. sonounprecario scrive:

    Anche la tua è una ipotesi. Il metodo della grafite sotto l’unghia è famoso e potrebbe essere utilizzato da chiunque per taroccare le schede, sia a destra che a sinistra (sulla carta).
    Sinceramente spero che su queste elezioni non aleggi lo spettro. Diciamo che lo scandalo c’è stato in quelle 2006, non sapremo mai cos’è accaduto li. Probabilmente se il risultato fosse stato pulito, Prodi non sarebbe mai caduto.
    Ma ormai, la frittata è fatta…

  10. Il BROGLIO 2°
    (satira fanta/politica)

    Dopo il 1° Exit Pool (40% contro 42%) si sentirono telefonicamente :
    α = vicecapo Governo. ω = capo dell’opposizione;
    α , ω : l’inizio, la fine (della democrazia)

    α siamo testa a testa; che non Vi salti in mente di attivare il programma* citato
    . nel } BROGLIO ( 1°) ~ di Deaglio !!

    ω Vi potremmo fare il favore di } liberarVi di quegli impiastri di …uria e …uso~.

    α è poco, difronte ad una sconfitta !!

    ω lo sareste comunque e per consolarVi, anche se non Vi spettano, Vi daremo
    . 2 Dicasteri…

    α O.K. procedete.
    3 ore dopo

    α la situazione sta precipitando, avete fatto male i conti, di questo passo la
    . SINISTRA andrà in negativo.

    ω il programma non lo possiamo bloccare, ma possiamo fare 2 operazioni : . del 6% delle schede bianche ** travaserò sulla SINISTRA il 5% e per . far sì che la SINISTRA non vada in Parlamento, l’1% *** sulla Lega.
    . Poi farò in modo che la stampa e Tv ignorino le schede bianche !!

    α fate presto, così che nessuno sospetti di niente. E la Lega come li digerirà
    . i 2 Dicasteri ?!

    ω se non li digerisce ci mettiamo insieme con Voi !!

    α O.K., ciao.

    * i tecnici del centro informatico del Quirinale
    erano gli stessi delle precedenti elezioni. Idem per i Prefetti
    ( che erano stati cambiati un mese prima del BROGLIO 1° ).

    ** ignoto rimase il dato delle schede bianche.

    *** fu così che B divenne Profeta.

    FINE
    NOTA – Riepilogativo :

    Alla Camera il primo exit poll di Consortium per Rai e Sky indica il

    – Pdl al 42% ( Pdl 34% + Lega 7% + Mpa 1% ).

    – Pd al 40% ( Pd 35% + Idv 5% ) / Udc al 5,5% / Sinistra al 4,5%.

    Al Senato : Pdl 42,5% ( 34,5+7+1 ) / Pd 39,5% ( 35+4,5 ) / Udc 5,5 / Sinistra 5%.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: