Sgarbi quotidiani

Giovedì scorso purtroppo mi sono perso la puntata di Anno Zero in diretta. Saprete tutti bene o male cos’è accaduto. L’invitato Sgarbi ha dato l’ennesima prova della sua proverbiale intelligenza, educazione, pacatezza.

L’Italia è l’unico paese dove un “critico d’arte” può permettersi di parlare di politica usando certi toni, raccontando balle colossali, insultando in prima serata e sbraitando in faccia a chiunque osi esporre un fatto o un pensiero diverso dal suo.

Ma chi è davvero Vittorio Sgarbi? Sgarbi, prendendo spunto dalla sua pagina su Wikipedia, da giovane ha partecipato alle contestazioni sessantottine tra le fila degli anarchici; nell’89 venne incriminato per “interessi privati in atti d’ufficio”; nel ’90 si candidò per il Partito Comunista Italiano, poi coi socialisti; nel ’92 invece diventò sindaco di San Severino Marche sostenuto dalla DC e dall’MSI. E così via, passando per i liberali, i radicali, un’accusa decisamente assurda a Caselli (che gli costò una condanna per diffamazione poi prescritta), sino all’arrivo in famiglia, a Forza Italia, nel 1999. Infine nel 2005 abbandona la cdl per tuffarsi nell’Unione ma nel 2006 si candiderà per la lista dei consumatori, senza successo.

Ora è assessore alla cultura di Milano, ma diciamo che lo conosciamo per essere stato protagonista di alcuni tra i più roboanti litigi televisivi italiani. Insomma, Sgarbi è ancora uno che fa fare ascolti. Ma l’altra sera signori abbiamo avuto prova del concetto di libertà e democrazia che hanno queste persone.

Cioé, lui può gridare e sbraitare in faccia a chi vuole e se solo osi ricordargli che la realtà dei fatti non è quella, lui inizia a ripeterti all’infinito che non è vero, o al massimo di insulta, dicendoti che sei un “pezzo di merda”. Ma l’offeso è lui a quanto pare; dice che Travaglio ha fatto gravi affermazioni e che forse lo querelerà per queste frasi degne di un “regime stalinista”. E io sorrido contento.

Mi sembrava di assistere ad uno spettacolo alquanto grottesco, non pensavo fosse vero. Travaglio è un “pezzo di merda” perché non dice “frasi ma stronzate”, la trasmissione è una cazzata (ma allora perché ci va?), sono tutti idioti insomma. E certo, solo lui dice la verità, no? Come non credere ad uno così affidabile? Sinceramente non so come Travaglio abbia fatto a rimanere praticamente impassibile, come un signore; al massimo ha risposto con delle battute satiriche.

A questo punto non ho idea nemmeno sul perché Sgarbi possa essere definito un grande critico d’arte visto che non so se effettivamente abbia pubblicazioni in lingua inglese sulle riviste internazinali di settore, volumi editi in più lingue, se tenga conferenze a Cambridge/UCLA/Harvard… In realtà Sgarbi è semplicemente diventato famoso tramite il Maurizio Costanzo Show. E in Italia basta e avanza per fare politica. Male che vada vai a fare “l’opinionista” (cioé il moralizzatore) nelle trasmissioni trash pomeridiane.

« [Gli elettori veneti] Sono dei deficienti. Egoisti. Stronzi. Destrorsi. Unti. Razzisti. Evasori. Hanno scelto la Lega? Complimenti. Risultato: si ritrovano a essere governati dai meridionali democristiani e dai comunisti. (…) Voglio fare un’Antilega al Sud, incitando i meridionali a non comprare più prodotti veneti. Questi qui ormai coltivano il razzismo puro. Questa gente non è stupida. È peggio: ignorante e plebea. Il concetto di fondo è: questi elettori sono tutti delle teste di cazzo»

Questo era Sgarbi nel 96, dopo aver perso le elezioni nella circoscrizione del Veneto. Questo è Sgarbi oggi. The show must go on.


in questo video vengono spiegate le bugie dette da Sgarbi

About these ads

8 risposte a Sgarbi quotidiani

  1. Sgarbi era e dico era, un grandissimo storico dell’Arte e non critico, che aveva per davvero la capacità di spiegare con semplicità l’Arte antica a tutti.. Ho avuto occasione di lavorarci insieme quqando era solo questo ed era davvero preparatissimo oltrechè un grande divulgatore.. Peccato che è stato corrotto prima dalla TV e poi dalla politica e da una inesauribile voglia di protagonismo.. SI sa che gli storici dell’Arte non sono in genere persone conosciute al grande pubblico e lui ha preferito buttare a mare tutta la cultura che aveva per diventare quel personaggio squallido che conosciamo..

  2. ugasoft scrive:

    Grazie, Alessandro.

    Ottimo reportage, complimenti ancora.

    concordo su tutto, ovviamente…

  3. marcello mangialardi scrive:

    Esistono 2 Sgarbi…
    L’uomo pieno di cultura e l’uomo maleducato, ma molto maleducato.
    Peccato mi debbo rodere l’anima (che non ho )dalla Germania.
    Grazie per l’attenzione

  4. bnoise scrive:

    Sgarbi da vero demonio mescola verità (poche e usate per giustificare tesi illogiche) a menzogne spudorate (molte), e ad Annozero non ha fatto eccezione. Per fortuna è abbastanza semplice distinguere le due cose.

    Ovviamente i suoi strippi sono puramente commerciali, non a caso ormai lo chiamano solo per farlo litigare e far salire gli ascolti. E proprio per questo non ho capito perché Santoro l’abbia chiamato in trasmissione, non ce n’era bisogno.

    Detto questo a me Sgarbi Quotidiani piaceva, ma ero molto piccolo :D

  5. Con tutto il rispetto, occuparsi di Sgarbi mi pare fiato sprecato. Sappiamo tutti chi è, e avrebbe dovuto saperlo anche Santoro. Il quale, onestamente, avrebbe potuto scegliere meglio i suoi ospiti: non tanto per quello che Sgarbi dice – ognuno dica quel che vuole, c’è libertà di parola – ma per come lo dice e per la maniera con cui ogni dibattito viene stroncato tra crisi isteriche e insulti. Purtroppo una vocina mi continua a ripetere che se metti di fronte a Travaglio uno Sgarbi, è perchè tu – conduttore tv – sai esattamente quello che accadrà e, anzi lo auspichi.

  6. http500 scrive:

    Sappiamo tutti chi è, dall’80 lo conosco.

  7. Paolo M. scrive:

    Perchè sgarbi non può parlare di politica e se lo fa qualcuno come UN CANTANTE (celentano) od UN COMICO (qua lasciamo stare gli esempi, eh..:D)è tutto ok?
    Mai far parlare qualcuno con opinioni diverse, siam sinistrini!
    sgarbi sarà pure una testa di cazzo, ma tu con l’incipit così dimenticando che è l’unico non schierato a sinistra che si permette di esprimere opinioni forti in tv non sei certo da meno

  8. sonounprecario scrive:

    @Paolo
    Sono d’accordo con te. Non mi sembra di aver mai parlato di Celentano infatti. Più che altro a me da fastidio quando qualcuno racconta balle. E Sgarbi lo fa sempre, ci sono decine di video in rete. il problema è che non è stupido, ma soltanto fazioso.

    @Francesco
    Si vede che gli conveniva di più…

    @Ugasoft e Marcello
    Grazie a voi per i commenti! ;)

    @Wallace
    Probabilmente hai ragione, si poteva evitare di invitarlo. Però cavolo, lui era li nella veste di assessore alla cultura del comune di Milano, perché non poteva discutere come fanno tutti? In questo modo le sue scenate fanno il giro del paese, perché si sa che una cosa del genere fa notizia (ma non troppo, che poi altrimenti sono costretti a mostrare quello che ha detto Travaglio). E non è possibile che uno dica queste cazzate.

    @Bnoise e http500
    Chi è bene o male lo sappiamo, ma il suo passato pochi lo conoscono. Di “Sgarbi quotidiani” ho vaghissimi ricordi, ero piccolo anche io e…guardavo Holly e Benji al massimo :P

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: