L’Unica opposizione

Quindici anni dopo Mani Pulite, parlare di legalità e conflitto di interesse dentro l’assemblea legislativa è peggio che bestemmiare in chiesa. Sarà molto dura risalire la china.

Personalmente sono pienamente fiero di aver votato per l’unica vera opposizione ancora esistente nel nostro paese.

(Via Piero Ricca)

5 risposte a L’Unica opposizione

  1. sonounprecario scrive:

    Centro! La gente non capisce, così come per il discorso media, conflitto di interessi, mafia, ecc…che in realtà se poi qualcuno deve rappresentarci ed è pagato con nostri soldi, le cose sono legatissime.
    Il paese fa vomitare i cadaveri putreffatti soprattutto per questi motivi.

    Proviamo anche ipoteticamente a pensare alla società in cui metteremo al mondo i nostri figli. A voi sta bene? Siete convinti di garantire un buon futuro a vostro/a figlio/a?

  2. Francesco Protopapa scrive:

    Confesso che anche io e la mia famiglia abbiamo votato tutti Di Pietro e siamo ben contenti.
    Con altrettanta sincerità, devo dire che Pd e Veltroni mi stanno delundendo profondamente; lo dico con dispiacere, visto che mi son fatto circa 15 km per andarlo a sentire a Taranto.
    Va bene che si è voluto impostare la campagna elettorale in un certo modo e con toni pacati ed educati, ma adesso vedo troppa accondiscendenza verso B; troppa.
    Le parole della Finocchiaro contro Travaglio sono un brutto segnale.
    Violante ha detto che il giornalista fa del pettegolezzo. E Walter che dice? Silenzio.
    A sto punto ha fatto bene Di Pietro a non farsi fagogitare nel gruppo unico.
    Il Cainano non ha mai riconosciuto il governo Prodi; sin dal primo giorno ha tirato la storia dei brogli e non l’ha mollata più. Dialogo? Si è sempre rifiutato.
    E mo? Fa l’agnellino. Io temo che questa strategia finto buonista sia mirata a creare il clima adatto a che B tenti la scalata al Quirinale.
    Ho visto di Pietro a Ballarò e Matrix; ho avuto l’impressione che, con l’abile regia dei presentatori, si sia voluto far passar l’ex pm come:
    uno scalmanato; l’ultimo dei Mohicani a portare avanti il concetto che B è inadatto a governare l’Italia; il demagogo che si oppone al dialogo costruttivo nel supremo interesse della nazione. Al solo pronunciare la parola Europa 7, Facci si dimenava: “Basta, basta!”
    E tutti a fare il peana di Silvio IV il buono e a dire: “che ci frega del passato di B, che ci frega del mega conflito di interessi, pensiamo ad aprire una fase storica”.

    http://radiolondra.baywords.com/
    A proposito di conflitto di interessi, mi permetto di segnalare questo post illuminante.
    Parla della nuova creatura di Mediobanca, “Che Banca”.
    Chi è uno dei soci di maggioranza?

  3. ugasoft scrive:

    concordo totalmente.

    anche io sono orgoglioso di aver votato l’unica opposizione sia alla camera che al senato!

  4. sonounprecario scrive:

    @Francesco
    Il tuo ragionamento fila ed ho notato anche io il fatto di voler far passare Di Pietro come un caratteristico fenomeno da baraccone: se noti quando parla il presentatore ride spesso, suscitando la risata anche nel pubblico, ecc… Così si parla di lui e non di quello che dice.

    Ho letto il post che segnali, ora lo segnalerò anche io, giusto per diffondere la cosa. Grazie.

    @Ugasoft
    Speriamo serva a qualcosa cosa, anche solo minimamente…

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: