links for 2008-05-30

5 risposte a links for 2008-05-30

  1. Max scrive:

    Al Times, prima di far lezioni di morale ed etica agli italiani, farebbe bene ricordare che la Gran Bretagna è stato uno dei pochissimi paesi al mondo ad osteggiare la moratoria sulla pena di morte all’ONU.

    Sarebbe altrettanto utile ricordargli che in UK le leggi si rispettano e si fanno rispettare in modo rigido e inderogabile, questo anche nei confronti degli “stranieri”. Nessuno li accusa di esser xenofobi o razzisti.

    Con queste premesse avrei sinceramente evitato di trattare l’argomento con una citazione così poco felice…

    Ciao

  2. sonounprecario scrive:

    Appunto, le leggi si rispettano in modo rigido ed inderogabile in UK, cosa che purtroppo non avviene qui. Nessuno ti definisce razzista proprio perché non c’è una legge che rende illegale essere straniero.
    Siccome le leggi vengono fatte rispettare e funzionano anche altre cose a livello dell’immigrazione, al massimo vieni espulso: non incarcerato.

    Poi l’argomento viene trattato in mille altri modi, basti pensare ai svariati post in merito o agli innumerevoli altri articoli di quotidiani stranieri che ci fanno notare quanto siamo patetici. Rendere illegale un problema non aiuta a risolverlo. Anche perché purtroppo, i nostri problemi non sono dovuti agli immigrati; ti basterebbe andare a vedere le statistiche, in linea con gli anni precedenti.

    Non ti sembra strano che la gente si sia accorta di colpo dello straniero-mostro dalla campagna elettorale? Non credi sia pericoloso far passare un concetto simile?

  3. Max scrive:

    Bah, questione di interpretazione…🙂
    Mi trovo poco d’accordo quando parli di “legge che rende illegale essere straniero”. Uno “straniero” che vive in Italia in modo regolare, come tutti noi, non “è illegale”. Chi pretende di vivere ed agire in barba alle leggi del paese in cui è ospitato… permetti che lo si ritenga in una situazione “un tantino ” diversa?.
    Tanti altri paesi del mondo assumono atteggiamenti simili a questo senza esser tacciati di razzismo. Purtroppo a volte noi stessi alimentiamo polemiche autolesioniste dove facilmente la stampa estera specula e ironizza.

    Credo che l’ospitalità degli italiani non cambi con una legge o con un atteggiamento più rigoroso nei confronti di un problema che obiettivamente crea una sensazione di insicurezza sempre più diffusa. Chi vive nelle grosse città ha molto da raccontare, campagne pubblicitarie e/o elettorali a parte.

    Con questo non significa che si voglia dare la caccia alle streghe o d’un tratto siamo passati al manganello. Vivo in un paese della Basilicata dove ci sono comunità di marocchini, cinesi ed est europei che vivono benissimo e sono perfettamente integrati. Sono titolari di esercizi commerciali anche molto avviati, diversi ragazzi di colore sono perfettamente integrati nelle comitive di coetanei. Un’eccezione? Credo di no. Quando si convive onestamente nessuno ha pregiudizi verso altri, quando invece c’è da difendersi verso chi violenta o ruba è alquanto lecito trovare il modo per proteggersi, siano essi italiani, siano essi stranieri.

    Razzista è invece l’atteggiamento di quel manipolo di leghisti che ha vergognosamente manifestato in questi giorni contro l’allestimento di un centro di accoglienza in costruzione a Venezia. Coloro che saranno accolti sono cittadini di Venezia (parole di Cacciari) a tutti gli effetti. Questo è becero razzismo! Che ribrezzo!

    Hai ragione quando parli di espulsione. La prima volta OK, la seconda… passi… La terza? La quarta? Ho conosciuto un extracomunitario che con questo esamotage è rientrato ben 4 volte in Italia eludendo reati anche molto gravi. L’ultima volta aveva sciolto le sue impronte digitali nell’acido solforico. Cosa fai con questi? Se ricordi in passato si discusse molto anche sullo strumento dell’espulsione, ora accettato da tutti.

    Non ho votato per questa maggioranza, neanche per la minoranza perdente ma credo che sia il momento di superare i faziosismi pregiudiziali e cercare di analizzare i problemi in modo onesto e concreto e trovare insieme una soluzione che interessi il bene del paese. Ci riusciremo?

  4. sonounprecario scrive:

    D’accordo con te nella linea di ragionamento che tieni.
    Ma sulla nuova legge bisogna pensare anche ad alcune conseguenze: innanzitutto, come fare a venire già qui con un permesso di soggiorno o un lavoro? Impossibile. Bossi-Fini docet; secondo te poi avranno pensato a quanti africani o extracomunitari qualsiasi non sapranno di questo nuovo reato e finiranno in carcere senza passare dal via?
    Sono convinto che chi viene qua per fare il crimnale non scende da un barcone. Anzi… O meglio, coloro che stanno fuori legge e sono disperati non sono i più pericolosi. So che sembra un paradosso, ma la penso così.
    In tutti i paesi ci sono politiche che regolano l’immigrazione. perché non possiamo attuarle anche noi senza far scoppiare come conseguenza botte, ronde padane, roghi, ecc…?
    E’ questo che non mi spiego, ecco.

  5. Max scrive:

    Replico per riportare una piccola errata corrige relativa al mio commento precedente: leggasi “escamotage” in luogo di esamotage🙂 e per manifestarti il mio apprezzamento sulla finezza e il tono piacevolissimo con cui sono stato accolto nel piccolo scambio di idee di questi quattro commenti.

    Max Laconca

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: