Un neurone al secolo

Sembra che l’Italia si stia stringendo. Un metro al secolo, pare: anche la crosta su cui poggiamo è più dinamica della nostra società.

Tutto questo renderà le misure leghiste e il ponte sullo stretto pressoché inutili: ci ritroveremo li tutti insieme, schiacciati e un po’ più balcani. Finiranno anche le ironie su gommoni e scafisti, visto che l’Adriatico si prosciugherà e gli albanesi per arrivare in Italia dovranno semplicemente attraversare la strada.

Quando ci si mette anche la geofisica a remare verso un’integrazione più logica persino di quella del nostro governo, c’è poco da fare.

2 risposte a Un neurone al secolo

  1. […] Blog a progetto di Sonounprecario […]

  2. paz83 scrive:

    ecco, dovrebbero prendere nota e smetterla di propinarci idee balzane, basta aspettare!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: