Cazzo figa culo e tette

Questo post nasce un po’ per rispondere ad un commento, ma è anche un pensiero non troppo approfondito in merito a tutto quello che sto leggendo in questi giorni. Poi vorrei anche chiudere la questione, che in questi ultimi tempi ci sarebbe ben altro a cui pensare, scrivere e riflettere. Per dire, l’Italia è ormai civilmente alla deriva, tra recessione, razzismo, ignoranza, cazzo figa culo e tette. Che per me è sempre suonata come un’esclamazione quando non ci si capisce più niente e vuoi sfogarti facendo quello che ti pare, quindi ne dici un po’ di tutti i colori.

Tornando al frivolo che dovrebbe invece sapere di concreto, pochi stanno ammettendo che alla blogfest abbiamo perso una bella occasione, rotture a parte. Le conferenze, perché tali erano, sono andate così perché c’erano volti più o meno noti, un palco più alto degli interlocutori, un micrfono e…due palle così. Ma i motivi sono diversi.

Nel senso che comunque, anche chi si sta lamentando o, in certi casi, rosica perché non c’è stato, non se lo sono cagato di striscio, non c’è nelle foto, ecc…di contro non è che sta cambiando il mondo. Anzi.
Cioé molti dei pochi lamentosi sono magari i primi che agiscono per invidia e si comporterebbero nello stesso modo. Sono supposizioni, per carità, ma visto che siamo orizzontali (come vi dicevo nel post precedente), io scrivo quello che voglio. Ma il perché di tutto questo qualcuno lo conosce?

Perché ci prendiamo troppo sul serio. Punto.
Come ho già spiegato (lo so mi sto auto-citando ma chissenefrega, cazzo figa culo e tette, a quanto pare non vi entra in testa), easy cazzo, siamo tra amici, alla fin fine siamo solo dei cazzari con la passione di scrivere, comunicare, informarsi e arricchire le conoscenze. Ognuno di voi, provi a rileggersi nei primi post scritti nella propria radiosa carriera di blogger.

Già, vi fanno ridere quei post, vero? Però ricordate con piacere quei momenti, in cui tutto era così bello e nuovo di zecca; sembravate degli scolaretti al primo giorno di scuola, perché piano piano scoprivate sempre cose nuove, trucchetti nuovi e chissà che festa al primo link di ritorno. Chissà dov’è finito tutto questo. In un tag? In un tumblr? In una marchetta? O in un cazzo figa culo tette?

Sugli awards non do’ giudizio, secondo me fatti in questo modo non hanno senso. Se solo la manifestazione e certe persone, pur di ricercare visibilità in ogni modo, evitassero comportamenti un po’ patetici (che visti da fuori, credetemi, fanno la figura degli.. qui mi censuro perché poi nei commenti si tradirebbero), fottendosene della stampa tradizionale – che tanto si è visto come ha trattato l’argomento e quali nomi ha fatto – le cose andrebbero decisamente meglio. E verrebbero fatte in un altro modo.

Poi chissenefrega del pass viola, voglio dire. C’è gente come Maxime, Kurai, ecc… – per inciso…dei grandi! – che piuttosto che andare ad ogni pasto al buffet riservato ha preferito stare in compagnia e socializzare con tutti gli altri; cioé per carità, sarei stato il primo ad abbuffarmi aggratis, però magari qualche casino per fare entrare tutti, portare fuori da mangiare a mo’ di profughi o qualche tentativo solo per organizzare qualcosa insieme, giusto per la sera, l’avrei fatto. Quando però vedo che non c’è interesse se non c’è link con un PR di almeno 4 mi passa la voglia.

Insomma ci sono altri che parlano solamente con quelli più conosciuti, pappappero. Ma va bene lo stesso, a me non interessa, provo più soddisfazione a mangiarmi un paninazzo con gara di rutto libero ed annessa caciara con tanti amici, piuttosto che stare sempre seduto composto, stando attento a non pestare i piedi o sporcare di sugo la camicia di qualche blogger importante.

Sapete cos’è? E’ che anche la blogosfera italiana è lo specchio di questo paese. Sta invecchiando rapidamente, nel fisico, nei modi, nella testa e spesso rifiuta nuovi arrivati, magari intelligenti, brillanti ma un po’ fuori dalle canoniche regole auto-biografiche perché è pigra. O perché appunto, non fai parte della cricca.

Volete un’altra metafora, che ora va di moda?
La blogfest è stata un po’ come un post senza commenti.

17 risposte a Cazzo figa culo e tette

  1. Iron Mauro scrive:

    Vergogna.

    L’unico scopo di questo post è evidentemente di venire indicizzato dalle ricerche porno, per aumentare le visite!

  2. sonounprecario scrive:

    Ma anche no, l’avrei già fatto…e comunque non avrei speranza in quel campo, la concorrenza è troppo spietata. Dai, fai il serio, che tu su questa storia hai un bel parere, e io lo so.
    Devi solo scriverlo.

  3. xlthlx scrive:

    insomma, praticamente il mio blumbr ;)

  4. Iron Mauro scrive:

    Dovrei trovare il tempo, per scriverlo… Finchè si tratta di fare commenti cazzoni è tuttofacile Son giorni che devo scrivere di Carrefour, e non ci riesco…

  5. aluccia scrive:

    è vero quello che dici, è stata anche un po’ la mia impressione. però tu sei stato l’unico, tra quelli con cui ho provato a parlare, che dopo un secondo mi ha liquidata scazzatissimo dicendo che non conosci il mio blog. fai un po’ te.

  6. exploradora scrive:

    Caspita, se avessi più tempo! Mi hai rubato parecchie frasi dalla bocca, anzi dal cervello visto che erano lì da un pezzo e non mi decidevo a fare una mossa.
    Penso che la non immediatezza aiuti non poco. Che non scrivere a caldo giovi alla riflessione seria, anche se non seriosa. Aspetta che intervengo meglio domani o nel fine settimana – e ti linko tremila volte e mezza ;-)
    Però io ti ho salutato, ti ricordi? (non che valga granché questa cosa, che non sono blogstarrrr) Un saluto alla buona, con una bella ombrellata nel culo… Se non faceva tanto freddo esibivo anche mezza tetta… Sarà per la prossima, insomma.

  7. ma dove diavolo eri?? ho rotto le scatole e tutti per fare foto, ma tu dov’eri?

    (cmq il titolo del post ti porta 200.000.000 trilioni di visite da Google, peccato non hai adsense facevi 3$!!)

  8. sonounprecario scrive:

    @Serena
    Eheh, ma tu l’hai fatto apposta! :D

    @Mauro
    Lascia perdere guarda, anche io vorrei scrivere 100 cose, invece ne ho fatta una e dopo svariati giorni. Vabbé…sei sempre in tempo comunque :P

    @Aluccia
    Oddio che figura…
    Mi devi perdonare, davvero. Cioé credimi, sa molto di scusa, ma ho conosciuto e stretto la mano a talmente tante persone che tuttora non mi ricordo il 90% di loro. Vedi ho un problemone: con la fisionomia, coi nomi e con le presentazioni sono una frana colossale.
    .
    Non sai quante volte alla BlogFest ho stretto la mano presentandomi e sono rimasto a bocca chiusa; probabilmente molti potrebbero tornare qui a scrivere la stessa cosa che mi hai detto e non potrei dire niente.
    So che non sembra, ma quando conosco persone nuove sono alquanto timido e non so mai che dire. Anche perché al 99% non ricordo la faccia, il nome, ecc… Non perché sono un super-fottuto egocentrico, ma perché non so che ca..cchio mi succede quando devo ricordarmi un nome o una faccia.
    .
    Cioé ora che ti scrivo forse ho capito chi sei. Ci siamo anche salutati alla fine, se non sbaglio. Però vedi – magari sto facendo un’altra super gaffe.
    Sei sicura che sono proprio io che ti ho “liquidato” dicendoti che non conosco il tuo blog? Il tuo nickname mi era famigliare.
    Non so, non ricordo di aver liquidato nessuno perché non è nei miei modi.
    Comunque sia, scusa ancora, ecco.
    .
    Certo che dovrò fare qualcosa per questo problema..

  9. sonounprecario scrive:

    @Exploradora
    Va che mi ricordo benissimo di te, mica era la prima volta che ci incontravamo! :D
    Abbiamo cenato anche di fianco! Cipolle sulla pizza a tutto spiano, tra le altre cose… :P
    A caldo anche io difficilmente posto. Però magari scrivo, appunto e butto li. Poi sistemo, altrimenti vengono fuori mezzi disastri. E un po’ di parolacce, che magari potevo evitare, ma secondo me a volte rendono benissimo l’idea. E poi dai non si offenderà nessuno, non credi? :)

    @Boh
    Eheh … mi sa che è destino, ogni volta che siamo nello stesso posto non ci incontriamo. Poi ripeto, come avrai letto sopra, sono una frana nel riconoscere le persone. Non sai quante volte avrò dettoa chi mi stava accanto “chissà quante figure avrò fatto, ogni tanto qualcuno mi saluta ma io non so chi è!”.
    Esiste una medicina per questo problema?
    .
    Comunque sia, la prossima volta chiederò a tutti se ti conoscono e mi farò condurre da te, almeno non sbaglio!
    ( a questo punto, se dici così, ho il terrore per i commenti…al massimo cambierò titolo, ecco…dubito però che io esca per primo con “certe” chiavi di ricerca… ;D )

  10. aluccia scrive:

    Ma non c’è problema, anche io ho perso colpi più di una volta in quella circostanza, non sono venuta qua a reclamare scuse, assolutamente. Era solo per farti l’esempio che anche se ci sembra di conoscerci tutti da tempi immemorabili, spesso lo scontro dal vivo è ben più complicato e difficile da gestire. Io stessa sono stata principalmente in compagnia di chi conoscevo già da prima. Alcuni, come te, li ho riconosciuti e mi sono presentata, ma senza pretendere di essere riconosciuta, anche perchè il mio blog è piuttosto in abbandono,e io non sono mai stata particolarmente nota. Altri li ho riconosciuti a posteriori, e mi è dispiaciuto non aver colto l’occasione per farci due parole. Altri ancora semplicemente non li ho voluti “disturbare”, che forse è anche una roba ridicola. Alla fine, secondo me, è pur sempre come stare al bar. Non puoi conoscere tutti, non puoi amare tutti, ci sono i fighetti e i tranquilloni. Uno spaccato di mondo, con l’unica differenza che sappiamo scrivere, e ci sentiamo immancabilmente fichissimi.

  11. Federica87 scrive:

    Credo che quando ci siano di mezzo i soldi, non conta più nessun valore. Come al solito le cose bisogna prepararle dal basso. Un camp senza sponsor del cacchio. E comunque il post l’avrei chiamato “Bip bip bip bip” più intrigante.

  12. di solito sono io che chiedo a tutti, anzi, in questo caso leggevo spudoratamente i badge appesi al collo.

    Ma, ripeto, ho girato come una trottola per fare foto a tutti, che conoscessi o no (in realtà conosco pochissime persone), e non ti ho visto…

    Ma non vieni mai a Milano centro?

  13. [...] e per godere dei privilegi riservati ai giornalisti. Con tutti i difetti dei giornalisti. E Marco non è stato l’unico ad aver criticato la festa. E in parte è vero, anche se io penso che le cose nuove che ci sono [...]

  14. armyz scrive:

    Concordo con la tua analisi, su tutta la linea.
    E’ un po’ una delusione devo ammettere…
    A.

  15. sonounprecario scrive:

    @Aluccia
    No no, seriamente, non parlo delle scuse. Ma te lo chiedo perché non è da me “liquidare”, davvero. A meno che qualche mio atteggiamento ha portato al fraintendimento. Comunque sia, sappi che non volevo; fra un po’ non mi ricordo manco cosa scrivo, figuriamoci, perché dovrei snobbare qualcuno? In nome di cosa poi… ;)
    Sul resto, è vero, ognuno ha il suo carattere ed ha piacere a stare con chi vuole, ci mancherebbe. Ma non so, quello che ho percepito nell’atmosfera, che sa molto di poetico, era questo. Avrei preferito, piuttosto, come coi bambini dell’asilo, presentazioni ufficiali e un po’ spiritose, tipo che si sale sul palco a 10 alla volta e col microfono si dice “ehy, io sono pippo e il mio blog si chiama paperino!”. Roba così, per prendersi un po’ in giro, autoironicamente.
    Sì, può essere che ci sentiamo fichi perché comunque qualcuno ci legge. Però, se poi vai a vedere…la ficosità da cosa deriverebbe?

    @Federica
    Eheh, se lo avessi chiamato “bip-bip..” non si sarebbe capito il concetto. La mia è un’esclamazione, alquanto grezza, lo so, ma veicola un concetto. Spero che si capisca, ecco :D

    @Boh
    Guarda, parli con uno che il badge l’ha messo forse per 5 minuti la domenica pomeriggio… Comunque ci saranno altre occasioni! Anche perché a Milano centro ci vado spesso, visto che vado alla Statale – in San Babila =)

    @Armyz
    Eh vabbò, sarà per la prossima volta…si dice così, no? ;)

  16. Italo Scot scrive:

    Arrivo un po’ in ritardo (giusto sette mesi) ma ti do pienamente ragione ;-)

  17. sonounprecario scrive:

    Eheh, da queste parti non è mai tardi per commentare :P

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: