Semini odio e raccogli guerra


“Andremo a raderle al suolo, quelle baracche” […]

Sinceramente provo tutto fuorché pietà nei confronti di Daniela Santanché, che ieri – fuori onda – è stata insultata da due persone di colore. Sia chiaro, non giustifico il gesto, perché poi si passa facilmente dalla parte del torto. Però vederla tutta risentita dopo le innumerevoli e vergognose sconcerie che costantemente pronuncia, è ridicolo. Ha fatto una figuraccia, peggio che passare da “La Destra” al PDL (ammiratela in un discorso privo di contenuti) che tanto criticava. Ah, queste donne di destra…

A quanto pare, la colpa sarebbe di Gad Lerner, che ha alzato il tono dello scontro; in effetti lei è quella famosa per i toni pacati, no?

Ho detto “via i clandestini a calci nel sedere” e lo penso ancora oggi

Poi però spiega che bisogna “insegnare ai giovani che non bisogna essere razzisti e sono sempre stata dalla parte degli immigrati regolari facendo anche delle battaglie a favore delle donne musulmane”.
Ah ecco.

7 risposte a Semini odio e raccogli guerra

  1. prezzemolo scrive:

    Una di quelle che a stare zitta ci guadagnerebbe sempre. Esempio di una classe politica che oltre a dimostrarsi ridicola ogni volta che ne capita l’occasione, non ha una sua ideologia da portare avanti, vanno a destra a manca e ancora più a destra; fa discorsi fuori dal mondo.. e non capisce che stare a casa a fare la calza sarebbe un’attività socialmente utile.

  2. sonounprecario scrive:

    La cosa bella è che nessuno glielo fa notare; nessun giornalista si sente in dovere di rinfacciarle certe cose che ha detto, fatto, ecc…
    Non so più che dire di questi personaggi, sinceramente.

  3. prezzemolo scrive:

    La codardia è una brutta bestia. Mica che la si debba insultare per sport (anche se lo inserirei nella lista olimpica).. ma far notare alle persone la loro profonda incoerenza e totale mancanza di un filo logico che conduca le loro azioni (eslcusa l’idiozia), dovrebbe essere azione sacrosanta.. invece ciccia! bah..

  4. sonounprecario scrive:

    Che vuoi, siamo in Italia: il voltagabbana, la non-coerenza, la falsità, io doppio gioco, la disonestà, ecc…sono prerogative tutte nostre di cui gran parte della popolazione va fiera.

  5. Sicuramente scrive:

    Pienamente d’accordo… in regola tutti ben accetti, chi non lo è… fuori a calci nel sedere!!! Ne abbiamo già troppi dei nostri.

  6. sonounprecario scrive:

    @Newmediologo
    Dici? Sarà di plastica anche quella.

    @Sicuramente
    Quelli da cacciare, i criminali, ecc…, mica si fanno trovare e prendere. Quelli che arrivano col barcone non minacciano nessuno, anzi, ci sono migliaia dei cosiddetti “imprenditori” che non vedono l’ora di accoglierli a braccia aperte nei campi o per fare i lavori più merdosi con paghe da schiavitù, senza diritti e senza certezze.
    E’ ora di smetterla di fare propaganda da decerebrati.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: