Free Bloggers, free journalism

maggio 8, 2007

E mentre noi ci impegnavamo a discutere su un possibile codice deontologico che regoli i blogger, la Camera dei Rappresentanti in USA istituirà il “Free Flow of Information Act of 2007”, che servirà a fornire anche ai blogger alcuni piccoli vantaggi di cui godono i giornalisti d’oltreoceano (riservatezza nelle fonti e non solo per esempio).

Ancora un passettino in più nell’acquisizione di importanza da parte del personal journalism e dell’informazione che viene dal basso, fatta dai cittadini. Insomma, come già sospettiamo, soprattutto negli USA, la presa di coscienza di come sta cambiando il modo di produrre contenuti è in continuo divenire, ma…qui in Italia? In che stato è la blogosfera? Che riscontri abbiamo? Che influenze ha sui media tradizionali? Poche e alquanto originali (in genere i blog vengono citati sui quotidiani on line per aspetti negativi, foto strane o…porno).

Sono sicuro che al contrario, se qui in Italia un’azienda del calibro di Apple avesse chiesto ai blogger di confessare la fonte da cui provengono le loro rivelazioni, sicuramente qualcuno avrebbe pensato a un decreto o a un qualcosa che tutelasse il segreto…delle aziende, una sorta di diritto a non-informare, a non dare pareri se non iscritto all’albo o col tesserino sempre in vista, di modo da star sicuri che l’informazione fornita ai cittadini non possa dare fastidio ai piani alti.

Annunci

Domanda disoccupazione e nuovo sistema fiscale

gennaio 8, 2007

Per stasera niente post “acidoni”: solo un post strettamente utile e per molti necessario.

Ho aggiunto nella sezione “News a Progetto” le due brevi spiegazioni ai documenti pronti per il download (domanda di disoccupazione a requisiti ridotti) ed al prospetto sul nuovo sistema fiscale (IRPEF; Assegni famigliari, ecc…).

Vi fornisco comunque anche da qui i link diretti al download dei documenti:

L’informativa relativa alla domanda di Disoccupazione a Requisiti Ridotti potrà essere presentata entro il 31 Marzo 2007 (click sul link per scaricare il documento o click col destro e “salva oggetto con nome”).

Ringrazio MC per le segnalazioni e le “dritte” che mi invia via mail.

P.S.= …parlando d’altro, non so voi ma sono rimasto davvero schifato dall’ennesima vergogna (nonché piazzata politica in cui la chiesa non dovrebbe interferire) mostrata dalla Chiesa per voce del papa. Il problema è che (soprattutto qui in Italia) c’è ancora moltissima gente che vive sentendo e pendendo dalle labbra della Chiesa. Ora, va bene che ancora meno persone si sposerebbero in chiesa (= no offerta)..ma parlare di “pacs” e chiacchierare a vanvera senza mai fare riferimento al cosiddetto “testo sacro” (se non ci credete…credeteci lo stesso, non dovete dubitare – già, troppo facile eh?) dovrebbe far riflettere (solo chi non ci crede). Non ricordo ad esempio che sulla Bibbia ci fosse scritto di devolvere l’8×1000, che il papa dovesse avere un anello d’oro al dito. Ecc… Non sapevo che riconoscere civilmente, in comune, firmando dei documenti la propria unione, giusto perché se schiatto domani a te arriva qualcosina, fosse contro la famiglia, la struttura naturale, ecc… Forse era meglio uccidere nel nome di Dio, prima dei musulmani o convertire qualche milione di persone controvoglia, mozzando teste.

Della Bibbia, delle fonti non si parla più; non è conveniente, qualche motivo ci sarà..