Incontrollati statali

dicembre 28, 2007

Apprendo oggi che dal prossimo anno per tutti i dipendenti statali timbrare il cartellino diventerà un obbligo, se vorranno farsi pagare gli straordinari. Giusto. Le amministrazioni che ancora non sono dotate di tornelli dovranno darsi una mossa quindi, altrimenti un provvedimento mirato a colpire l’assenteismo potrebbe rivelarsi un autogol.

Vorrei però spostare l’attenzione su un’altro aspetto: chi controlla quelli la, in alto, seduti in Parlamento? La domanda è retorica e prevedibile ma le scene di personaggi che premono il bottone e votano per qualcun altro sono all’ordine del giorno.

Almeno – dico io – ufficialmente, ci sarà qualcuno che possa giustificare il motivo per cui questi qua che ci governano hanno la facoltà di rubare migliaia di euro al mese, uniti a molti privilegi, anche se in parlamento a scaldare la sedia non ci vanno mai. Oddio…volete dire che saremmo noi “l’organo controllore”?

Annunci

Le risorse degli “Statali”

maggio 19, 2007

Scioperare. L’unica risposta concreta è questa. L’11 giugno infatti ci sarà lo sciopero generale del pubblico impiego (la scuola il 4).

Ovviamente si parla del rinnovo del contratto degli statali e come sempre, prima dell’accordo, c’è un tira e molla che porta all’esasperazione solo chi statale lo è ed è quindi costretto a scioperare. Inoltre, “i sindacati hanno deciso che dal 24 al 29 maggio si terranno in ogni capoluogo assemblee a manifestazioni regionali. Nella stessa settimana si svolgerà un’ora di ‘sciopero al contrario’: il personale degli uffici, cioè, lavorerà un’ora in più gratuitamente effettuando i servizi all’utenza, ma spiegando anche ai cittadini le ragioni della protesta.”

Immagino l’interesse che dimostreranno i cittadini…


“Assumeremo 60.000 precari”

aprile 6, 2007

E’ stato firmato l’accordo per il contratto degli Statali: l’accordo “prevede un aumento medio a regime per i lavoratori dei ministeri di 101 euro a decorrere dal 1 gennaio 2007”. Fioroni è poi andato un po’ oltre secondo me, sparando che nel biennio 2007-2008, saranno assunti “50mila precari per il personale docente e 10mila per il personale non docente”.

Coi soldi tirati su con la finanziaria, girati in cospicua parte anche per questo accordo, la vedo un po’ come una riconquista di “voti sicuri” per le prossime elezioni.

Sinceramente non so più cosa dire: voi ci credete a questo accordo?

P.S.= lo sciopero del 16 aprile resta comunque confermato.