Democrazia non fa rima con polizia

settembre 18, 2007

Ora capisco cosa voleva dire la mia professoressa di italiano quando parlava di “sintesi”, dell’essere concisi ed andare al punto di ogni discorso. Altrimenti potrebbe accadervi una cosa del genere negli Stati Uniti.

Ci sono alcuni americani che sostengono che ogni giorno di più si stanno trasformando in uno stato di polizia. Non mi sento di dargli torto. Per quanto riguarda il ragazzo, c’è persino chi parla di altre cose più complicate, oscure ma pur sempre esistenti. Avete mai sentito parlare di cospirazione globale, teorie del complotto e di sette (o fratellanze) come quella degli Skull & Bones? Non sembra, ma non sto parlando di fanta-storia. Buona lettura (e buona visione).

Share:
Technorati icon

Annunci

Dungeons & retarded idiots

luglio 16, 2007

Dopo aver letto questa notizia, quel poco di positività che traevo dall’ennesimo lunedì scompare. E’ incredibile.

Il peso della piccola, quando è stata trovata, era poco più di quello della nascita: 4,5 chilogrammi, scrive il rapporto della polizia: «Non era neppure in grado di alzare o tenere ferma la testolina, visto che non aveva sviluppato nessun muscolo». I capelli erano infeltriti di urina felina, sul corpicino erano evidenti i segni di disidratazione e dermatite. Non riusciva a gridare o fare la pipì, scrive il quotidiano di Reno. Le stesse condizioni fisiche sono state riscontrate anche nel fratello; lui non riusciva più a camminare.

Non riesco ad immaginare fino a dove possa arrivare la stupidità umana. Pensare che una bambina non riesca nemmeno a piangere e che il fratellino sia ridotto a tal punto da non poter camminare mi fa imbestialire, sarà che quando sono i bambini ad essere vittime non ragiono più lucidamente.

Share:

Technorati icon


Fascisti su Arcore

marzo 31, 2007

Da ansa.it

Ma dove sono finiti i veri e patetici fascisti? Quelli che uno come Berlusconi lo odierebbero a morte, quelli che vomiterebbero soltanto a sentir parlare di Stati Uniti…

La Mussolini era quella che “fiera di essere fascista” (e “meglio fascista”- con paura del diverso – “che frocio”) si lamentava di chi brucia le bandiere degli Usa. Invece da qualche tempo è alleata di Berlusconi, a braccetto con lui insieme alla poltroncina comoda. Una che alza la voce, contro “Arroganza nazionale”, che non appena apre bocca deve gridare per mostrare a tutti che ha ragione, che ha le palle.

L’ennesima testimonianza vivente di questa sorta di destra-italiana-fantoccio che tanto piace ai giovani che seguono le mode. Parlo di quelli che vanno allo stadio e cantano cori razzisti, perché dentro alla mandria si sentono degli dei, senza sapere perché lo fanno; parlo dei figli di papà che vanno in scuole o università da migliaia di euro di retta, non fanno un c***o ma sniffano tanta coca (i moderati proibizionisti paolotti che ripudiano la droga); parlo di quelli che dicono di essere di destra perchè è figo vedere uno che in tv ha tanto spazio per dire quello che vuole, perché è intelligente avere come valori la famiglia, la patria e…? Perché solo loro hanno i principi morali moderati, liberali. E poi non sono intolleranti.

Ma quando vai più a fondo e gli chiedi cos’è la destra, quella vera, silenzio. Ti rispondono con uno slogan, con una pubblicità, con una discesa in campo. Ma non è colpa loro, poveri giovani balilla.

La parola d’ordine è una sola: fare l’italiano medio. E la vita, insieme alle sue fasulle convinzioni ti sorriderà.


God bless America

febbraio 28, 2007

Anche questi sono gli Stati Uniti. Siamo nel 2007, ricordo.

fonte: JenaRidens

Dio li benedica, sempre: è giusto che decidano per tutti, possibilmente con qualche bombettina.