Veni, vidi, Previti

luglio 9, 2007

Da ansa.it

Sono sempre stato onesto, leale e sono vittima di una persecuzione vergognosa.

Tra 6 giorni (15 luglio) cadranno le Idi di Cesare Previti. Spero per noi che siano di buon auspicio, e cioé che al più presto venga rispettata la sentenza secondo cui Cesare Previti è stato, tra le altre cose, condannato all’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

A mio giudizio, ma anche secondo la meta’ del Paese, questa situazione deriva da una sentenza ingiusta.

Caro Cesare, bisognerebbe sapere se la metà poco furba del paese conosce i tuoi capi di imputazione, le condanne e soprattutto i fatti.
Sono sempre più spaventato da tutto questo senso di immunità e di impunità più che diffusa nei parlamentari condannati (ma non solo). Il bello è che tutta questa bella gente si nasconde dietro le varie “metà di paese” che li avrebbe votati. Peccato che nessun italiano alle ultime elezioni abbia potuto preferire un nome ad un altro.
Se insomma ci trovassimo in un paese un po’ più serio, caro Cesare, la tua residenza sarebbe un semplice monolocale con le sbarre alle finestre.

Share:
Technorati icon